Carte di credito prepagate: queste carte di pagamento esistono?

Scopriamo (se esistono le migliori carte di credito prepagate senza conto corrente

carte di credito prepagate

Se non hai intenzione di utilizzare una carta di credito tradizionale, così come una carta di debito (entrambe associate necessariamente ad un conto bancario), allora la soluzione più adatta alle tue esigenze è rappresentata dalle carte prepagate.

Parlare di carta di credito prepagata è un denominazione errata: si tratta, infatti, di una carta di tipo ricaricabile che non necessita di alcun conto corrente, mostrandosi pratica, facile da ricaricare, ma soprattutto adatta ad effettuare tantissimi pagamenti (sia in negozi fisici che online). Sceglierne una, soprattutto vista la presenza di molteplici proposte interessanti sul mercato, non è tuttavia semplice.

Abbiamo quindi deciso di evidenziare alcune delle carte prepagate più convenienti, proposte da banche ed istituti autorizzati, con costi fra i più bassi e competitivi del settore e con funzionalità di nuova generazione, come ad esempio il sistema contactless.

Ricorderemo inoltre le principali differenze fra le carte prepagate (non carte di credito prepagate), le tradizionali carte di credito (a saldo o a rate) e le carte di debito (chiamate comunemente carte Bancomat), che necessitano per forza della presenza di un conto corrente bancario.

Carta prepagata più conveniente e migliori alternative

Prima di analizzare le principali caratteristiche delle carte prepagate esistenti sul mercato, proponiamo una lista dettagliata con alcune delle più convenienti, proposte da banche a tutti gli effetti, o istituti di moneta elettronici approvati, integranti i principali circuiti di pagamento internazionali e con tante funzionalità di gestione e di utilizzo.

Ecco subito una tabella che le riassume.

CartaTipologiaScopri di più
TinabaPrepagataVai al sito
Banca sella PrepaidPrepagata con IBANVai al sito
N26Debito (alternativa alla prepagata)Vai al sito
HypeDebito (alternativa alla prepagata)Vai al sito
RevolutDebito (alternativa alla prepagata)Vai al sito
QontoDebito (alternativa alla prepagata)Vai al sito
WiseDebito (alternativa alla prepagata)Vai al sito

Carte prepagate gratuite senza conto corrente

carta di credito prepagata

Le carte prepagate (chiamate molto spesso erroneamente carte di credito prepagate) appartengono ad una specifica tipologia di carte di pagamento, prive di collegamenti con il conto corrente.

Possono essere ottenute in pochissimo tempo e:

  • risultano quasi sempre gratuite (almeno nell’ottenimento);
  • sono considerate molto più “sicure” rispetto alle carte di credito tradizionali (che invece sono allacciate al proprio conto).

La presenza di truffe, soprattutto per acquisti online, ha fatto in modo che sempre più consumatori si avvicinassero a questa specifica tipologia di carta. La stessa può infatti essere ricaricata a propria discrezione (anche in contanti presso punti abilitati) e si mostra valida per:

  • effettuare pagamenti in negozi fisici (tramite POS);
  • effettuare pagamenti in negozi online (tramite circuiti di pagamento);
  • prelevare presso gli sportelli ATM abilitati.

Vediamo subito una tabella di riepilogo sulle carte di credito prepagate.

Esistono?No, sono chiamate impropriamente così, ma il loro nome è “carte prepagate”
❓Cos’è una prepagata?Carta di pagamento senza conto corrente
Chi può richiederla?Privati e società
Quali sono i costi?Variabili da carta a carta
️Tipologie:Standard, con IBAN e virtuali
Migliore carta prepagata:Tinaba (Visita qui)
Migliore carta alternativa (di debito):N26 (Visita qui)

Come funzionano le carte prepagate

funzionamento carta prepagata

Al pari delle carte di credito e carte di debito (che avremo modo di richiamare nel corso della guida), anche le carte prepagate si basano sulla presenza di circuiti di pagamento internazionali.

Fra i più conosciuti ricordiamo:

  • MasterCard;
  • VISA;
  • Maestro.

Il funzionamento di una carta prepagata è molto semplice ed intuitivo. Non essendo associata ad un conto corrente specifico, il possessore ha la possibilità di ricaricarla con diversi sistemi (quindi anche con conti correnti personali esterni), in contanti e molto altro.

Una volta che il titolare ha esaurito il credito, la carta prepagata non può più essere utilizzata e deve necessariamente essere ricaricata. Effettuando un pagamento con una carta prepagata scarica, la transazione non andrà a buon fine (diversamente da una carta di credito tradizionale).

Tutte le carte prepagate dispongono di un codice numerico a 16 cifre, che prende il nome di PAN, nonché del tipico codice CVV posteriore a 3 cifre, che rappresenta il codice di controllo e di sicurezza per poter effettuare pagamenti online ed altre operazioni.

Quanti tipi di carta prepagata esistono?

Le carte prepagate (che, come abbiamo visto, non sono carte di credito) sono disponibili in diverse tipologie, da poter selezionare sulla base delle proprie esigenze.

Fermo restando le caratteristiche esposte in precedenza, andremo ad approfondire nel dettaglio le 3 tipologie di carte prepagate più richieste sul mercato:

  1. carte prepagate standard senza conto corrente;
  2. carte prepagate con IBAN;
  3. prepagata virtuale.

1) Carta prepagata senza conto corrente

Le carte prepagate senza conto corrente standard sono la prima tipologia, ossia quella più tradizionale, prive di IBAN e disponibili in modo fisico.

Possono essere richieste presso banche, tabaccherie, così come numerosi istituiti di moneta elettronica che ritroveremo a seguire. La loro principale caratteristica è quella di non essere associate ad alcun conto corrente e di mostrarsi così pienamente indipendenti.

Puoi utilizzarle per effettuare tranquillamente pagamenti in tutto il mondo (a patto che l’esercente sia abilitato a ricevere denaro con quel circuito di pagamento). L’unica pecca, è l’impossibilità di ricevere o effettuare bonifici, caratteristica che è invece disponibile per la tipologia successiva.

2) Carte prepagate con IBAN

Specifiche tipologie di carte prepagate con credito possono disporre anche di un codice IBAN, ossia quello che le banche mettono a disposizione per poter effettuare operazioni con il proprio conto corrente.

La carta prepagata con IBAN ha le stesse caratteristiche di una carta prepagata tradizionale, con l’aggiunta della possibilità di poter ricevere ed inviare bonifici, così come di svolgere specifiche attività finanziarie.

carte di credito prepagate con IBAN

Questa tipologia di carta permette quindi di poter utilizzare importanti funzionalità bancarie, senza la necessità di aprire un nuovo conto corrente. Una soluzione valida per poter accreditare lo stipendio, ricevere pagamenti qualora fossi un possessore di P.IVA, e molto altro. La maggior parte delle carte prepagate con IBAN possono essere richieste comodamente online.

3) Carta prepagata virtuale

Le carte prepagate virtuali sono una specifica tipologia non fisica, utilizzabile comodamente sul proprio smartphone. Una volta richiesta, la carta prepagata comparirà sull’apposita applicazione del telefono e potrà così essere utilizzata (come una carta tradizionale) per effettuare pagamenti, per comprare beni e servizi online e così via. Le carte prepagate virtuali possono anche essere usa e getta.

Le carte prepagate virtuali hanno l’enorme vantaggio di risultare sempre pronte all’uso, senza il bisogno di portarsi diretto portafogli ingombranti e carte fisiche. In associazione ai propri portafogli elettronici (come ad esempio Google Pay ed Apple Pay) il pagamento risulta rapido e comodo. Passiamo, adesso, all’analisi delle 6 carte prepagate più convenienti tra quelle disponibili

Potrebbe interessarti anche: migliori carte virtuali.

Migliori alternative alle carte prepagate

Prima di esporre le principali carte prepagate, abbiamo deciso di iniziare con una delle principali alternative, inserita nella categoria delle carte di debito.

Le ritroveremo nel dettaglio a seguire, ricordando come le stesse differiscano da quelle prepagate poiché sono sempre associate ad un conto corrente. La ricaricabile utilizza i fondi caricati sulla stessa, mentre quella di debito attinge i capitali dal conto, che a sua volta viene ricaricato a propria discrezione.

Carta N26 Standard

Carta prepagata N26

La carta N26 è una delle principali scelte nel settore e conta più di 7 milioni di clienti sparsi in tutto il mondo (prettamente in Europa). Ricollegandoci a quanto esposto in precedenza, la carta di debito N26 è collegata al conto corrente online N26, con codice IBAN del tutto italiano.

Oltre a poterla utilizzare per effettuare i pagamenti tradizionali, come ad esempio in negozi fisici ed online, puoi comodamente effettuare bonifici (ad altri conti IBAN), richiede bonifici, farti accreditare lo stipendio, la tua prestazione lavorativa e molto altro ancora.

La carta di debito N26 rappresenta la scelta ideale anche per i liberi professionisti (in possesso quindi di partita IVA), così come per i giovani volenterosi di ottenere uno strumento rapido, con costi competitivi ed ampiamente digitalizzato grazie alla gestione tramite app.

Fra le principali caratteristiche della carta N26 ricordiamo:

  • presenza del circuito MasterCard;
  • zero costi di canone;
  • tecnologia contactless;
  • possibilità di associarla ai propri portafogli elettronici.

Carta Hype

Carta prepagata Hype

Una seconda proposta professione, è invece la carta Hype, che può essere ricaricata comodamente dall’applicazione (disponibile per tutti i sistemi operativi a costo zero), così come in tutti i punti vendita (anche tabaccherie) autorizzati.

Dalla stessa applicazione, puoi gestire tutte le attività della carta, che ricordiamo essere dotata di un IBAN italiano e quindi utilizzabile per ricevere ed inviare bonifici (al pari di qualsiasi altro servizio bancario).

Hype Start è la soluzione ideale anche per i più giovani, data anche l’assenza di costi di gestione, o di quote annuali. Al momento della sottoscrizione, avrai la possibilità di ottenere una prima carta virtuale, da poter utilizzare fin da subito (puoi sempre richiedere quella fisica).

Fra le principali caratteristiche della carta Hype base ricordiamo:

  • proposta da una delle banche più solide in Italia, ossia Banca Sella;
  • presenza del circuito di pagamento MasterCard (accettato in tutto il mondo);
  • prelievi gratuiti fino a 250 euro mensili;
  • accesso al programma di Cashback fino al 10% sui propri acquisti;
  • possibilità di alimentare il conto fino a 15.000 euro annui.

Carta Revolut

Carta prepagata Revolut

La carta Revolut è una carta di debito di ultima generazione, associata al circuito MasterCard. Con la stessa puoi quindi effettuare pagamenti in molte parti del mondo, a condizioni davvero vantaggiose ed in modo istantaneo.

Fra i principali vantaggi delle carte Revolut, troviamo la possibilità di poter utilizzare in modo rapido fino a 150 valute in tutto il mondo. Un aspetto che la rende un prodotto valido soprattutto per chi ha la necessità di viaggiare spesso, sia per lavoro che per passione.

La carta Standard è la proposta base, ma troviamo in ogni caso anche carte con coperture assicurative e funzionalità aggiuntive, come ad esempio la Plus, la Premium e la Metal. Con Revolut l’IBAN è europeo, (nello specifico lituano – inizia con LT), ma puoi ugualmente effettuare tantissime operazioni.

Teniamo inoltre a ricordare come, fino ad agosto del 2020, tutte le carte Revolut fossero prepagate. Da quella data in poi tutte le carte emesse da Revolut risultano invece appartenenti alla tipologia delle care di debito.

Fra le principali caratteristiche della carta Revolut (qui la recensione) ricordiamo:

  • nessun costo di gestione e nessuna quota per la Standard;
  • limiti di prelievo e di deposito elevati rispetto alla concorrenza;
  • proposta da un istituto vigilato in Europa;
  • integra il sistema contactless;
  • può essere aggiunta ai propri portafogli elettronici.

Carta Qonto

Carta prepagata Qonto

Qonto è una società professionale ed autorizzata, altamente specializzata in soluzioni business e quindi per società e per liberi professionisti. All’interno della propria pagina ufficiale, propone una serie di carte business aziendali sicure ed all’avanguardia.

Possono così essere richieste dal titolare di un’azienda e date ai dipendenti per progetti e per rimborsi spesa. Il titolare può controllare costantemente la cronologia delle transazioni e verificare le spese tramite la dashboard del proprio profilo (anche comodamente tramite applicazione).

Qonto permette in ogni caso di ottenere un conto con IBAN italiano, ottimo per ricevere o effettuare bonifici. Attraverso la gestione, puoi sempre visionare e variare numerosi parametri, come ad esempio:

  • il limite di plafond sulla carta;
  • la tipologia degli acquisti;
  • le spese giornaliere effettuabili;
  • l’abilitazione o meno dei prelievi.

Carta Wise

carta prepagata Wise

La carta prepagata Wise chiude la nostra classifica alle migliori carte di debito alternative alle prepagate, rappresentando un prodotto professionale, valido sia per i lavoratori autonomi che per i più giovani.

Una delle caratteristiche più importanti è quella di poter effettuare scambi e transazioni in diverse valute. Sono supportate 50 valute differenti, da poter gestire sulla base delle singole necessità, senza dover pagare pesanti commissioni passando per exchange ed altre piattaforme.

La carta Wise può essere ricaricata in modo rapido ed autonomo e puoi effettuare prelievi gratuiti in tutto il mondo, a condizione di non superare i 200 euro nell’arco di 30 giorni. Al momento di questa stesura, la Wise Card può essere ottenuta solamente in specifiche nazioni.

All’interno della pagina ufficiale puoi ottenere tutte le informazioni e continuare con la procedura di richiesta, comodamente online. A seguire alcune caratteristiche distintive sulla carta prepagata Wise:

  • presenza del circuito MasterCard/VISA;
  • commissioni fra le più basse nel settore;
  • tecnologia contactless integrata;
  • 2 prelievi gratuiti al mese sulla base di specifici importi.

Migliori carte prepagate 2022

Viste le principali alternative, soffermiamoci a seguire sulle reali carte prepagate. Più nel dettaglio, andremo ad approfondire due prodotti legati a due gruppi bancari professionali (ossia Banca Profilo e Banca Sella):

  1. la prepagata Tinaba;
  2. la prepagata Banca Sella MasterCard Prepaid.

1) Carta prepagata Tinaba

carta prepagata Tinaba

Una delle banche più solide in in Italia, ossia Banca Profilo, propone una carta prepagata con credito ricaricabile vantaggiosa e con molte funzionalità all’avanguardia. Un prodotto affinato con il passare del tempo e scelto da migliaia di sottoscrittori.

La carta Tinaba supporta uno dei limiti di ricarica più alti sul mercato, ossia fino a 12.500 euro, caricabili con tantissimi sistemi. Puoi decidere di controllare le attività anche tramite la pratica applicazione per dispositivi mobili (proposta a costo zero sia per device iOS che Android).

Disponibili funzionalità avanzate di divisone di spesa con altri utenti, gestione del proprio portafoglio e molto altro. La carta prepagata Tinaba può essere richiesta comodamente online, in pochi minuti e senza lunghe procedure burocratiche.

Seguono alcune caratteristiche rilevanti sulla carta prepagata Tinaba:

  • dispone del circuito MasterCard;
  • nessuna commissione dichiarata sull’utilizzo;
  • ricaricabile dal conto, o dai Gruppi Tinaba;
  • tecnologia contactless integrata.

carta prepagata Banca Sella

2) Carta prepagata Banca Sella

Una seconda proposta interessante, è la MasterCard Prepaid di Banca Sella (sezione privati). Si tratta di una prepagata con codice IBAN, quindi utilizzabile anche per poter ricevere ed inviare bonifici in modo rapido ed autonomo.

Il suo vantaggio? Ovviamente quello di tutte le altre carte prepagate, ossia la possibilità di poterla richiedere anche se non hai alcun conto bancario aperto. La carta prepagata Banca Sella dispone del circuito MasterCard (uno dei più utilizzati al mondo).

Il costo della carta fisica (al momento di questa stesura) è pari a 5 euro, mentre quella in formato virtuale è sempre gratuita. In costi di tenuta conto, mostrano invece un canone annuo pari a 12 euro (quindi appena 1 euro al mese).

Fra le principali caratteristiche della carta prepagata MasterCard Prepaid Banca Sella ricordiamo:

  • sicurezza e flessibilità;
  • possibilità di bloccare e mettere in pausa la propria carta in qualsiasi momento;
  • utilizzabile fin da subito con Apple Pay e Google Pay;
  • tecnologia contactless integrata

Carte di credito, di debito e prepagate: differenze

carte di credito prepagate

Parlare di carte di credito, di debito e prepagate, soprattutto a chi non è abituato ad utilizzarle, può creare molta confusione. Cerchiamo quindi di capire le principali differenze.

La carta di debito è una carta di pagamento associata ad un conto corrente bancario, che può essere ricaricata all’occorrenza ed utilizzata fino ad esaurimento fondi. Differisce dalla carta prepagata poiché quest’ultima non è collegata ad alcun conto.

La carta di credito tradizionale, è invece una carta di pagamento (anche in questo caso associata ad un conto corrente bancario) ed utilizzabile con una linea di credito. Il possessore prende in prestito i fondi dalla banca (effettuando pagamenti) e li restituisce in due modi:

  • a saldo, ossia in un’unica soluzione;
  • a rate, in accordo con l’istituto che emette la carta.

Una tabella riassuntiva ci permetterà di fissare maggiormente le differenze fra carte di credito, debito e prepagate.

TipologiaCircuiti disponibiliConto correnteMetodo d’uso
Carta di creditoMasterCard, VISA e similariAssociato alla cartaLinea di credito con la banca
Carta di debitoMasterCard, VISA e similariAssociato alla cartaFondo ricaricabile
PrepagataMasterCard, VISA e similariNon associato alla cartaFondo ricaricabile

Come scegliere le migliori carte prepagate

Per poter scegliere la migliore carta prepagata è bene tenere a mente alcuni aspetti valutativi, onde evitare di selezionare carte non professionali e prive di funzionalità. In modo specifico, è possibile focalizzare l’attenzione su:

  • funzionalità di pagamento;
  • sicurezza;
  • limiti di ricarica e di prelievo;
  • costi e commissioni.

Funzionalità di pagamento

carte di credito prepagate

Per le funzionalità di pagamento, è bene scegliere carte di credito, prepagate, o di debito, appartenenti a circuiti conosciuti (si pensi a MasterCard, o VISA). Così facendo, si avranno più possibilità di vedere la carta accettata in negozi sia in Italia che all’estero.

Restando in tema, ricorda di verificare la presenza (in caso di carte fisiche) dell’utilissima tecnologia contactless, che ti permette di pagare (su specifici importi) semplicemente avvicinando la card al lettore di pagamento, senza la necessità di doverla inserire e digitare il codice.

Leggi anche: POS mobile portatile.

Sicurezza

Quanto alla sicurezza, tutte le carte prepagate dispongono del tipico codice di controllo CVV (verifica sempre la sua presenza). Altre carte professionali, possono poi essere gestite comodamente tramite applicazione, ove risulta possibile:

  • bloccarle;
  • metterle in pausa;
  • attivarle.

In merito alla sicurezza, opta sempre per carte emesse da istituti di moneta (o banche ed istituti finanziari) professionali ed autorizzati. Gli stessi mettono sempre a disposizione assistenze clienti a tutte le ore, da poter utilizzare in caso di eventuali problematiche.

Limiti di ricarica e di prelievo

Passando agli importi di ricarica, molte carte prepagate permettono solitamente di inserire fondi fino ad un massimo di 1.000 euro mensili. Sulla base delle tue esigenze, ricorda quindi di valutare attentamente l’importo massimo di ricarica mensile, così come di utilizzo.

carte prepagate limiti

Specifici limiti, possono poi essere imposti sulle operazioni di prelievo effettuabili in giornata, ossia nell’arco delle 24 ore. Altri limiti, riguardano invece il prelievo massimo che può essere effettuato mensilmente e che quindi si azzera all’inizio di ogni nuovo mese.

Leggi anche: carte American Express.

Costi e commissioni

In ultimo, è bene porre molta attenzione sui costi. Le carte di prepagate vengono solitamente proposte a costo zero. Scegli sempre carte emesse da istituti che espongono sempre in modo chiaro e trasparente tutti i costi accessori.

Fra questi, è possibile valutare:

  • costi di rilascio della carta (quasi sempre zero ed in alcuni casi nulli per il rilascio della carta virtuale ed a pagamento per quella fisica);
  • costi di canone (mensile o annuale), che possono anche in questo caso partire da zero euro (per i servizi più professionali) ed arrivare ad 8/12 euro all’anno;
  • commissioni sulle ricariche, variabili da carta a carta e che possono arrivare anche a 2,50 euro per operazione;
  • costi sui prelievi presso ATM, variabili sulla base della banca e dell’istituto selezionato.

Carte prepagate da comprare in tabaccheria

Molte tabaccherie (anche in Italia) permettono di ottenere carte prepagate in poco tempo e senza complesse procedure burocratiche.

Tutto ciò pur sempre in associazione a partnership ed accordi fra i tabacchi e le società (o banche) che decidono di offrire il servizio in specifici punti (si pensi ad esempio ai negozi SISAL e così via).

Richiedere una carta prepagata online, è in ogni caso la strada più consigliata, poiché permette di soffermarsi nel dettaglio sugli eventuali costi, di scoprire senza fretta tutte le funzionalità e di procedere con la sottoscrizione comodamente da casa propria, senza recarsi in nessun negozio.

Qualora si volesse ottenere invece una carta prepagata in tabaccheria (non carta di credito prepagata), è sufficiente:

  1. recarsi dal tabaccaio abilitato;
  2. fare richiesta della carta prepagata;
  3. lasciare nominativi e documenti richiesti (codice fiscale e carta d’identità);
  4. attendere la pratica;
  5. ottenere la carta ed eventualmente ricaricarla presso il medesimo punto.

Carte prepagate: Pro & contro

Alla luce di quanto esposto fino ad ora, vediamo di raggruppare in due sezioni i principali vantaggi ed i possibili svantaggi dell’uso delle carte prepagate.

Vantaggi carte prepagate

  • Non sono legate a nessun conto corrente;
  • ottenibili facilmente;
  • permettono di effettuare acquisti tramite POS;
  • permettono di effettuare acquisti online;
  • garantiscono alta flessibilità;
  • appartenenti ai maggiori circuiti internazionali.

Svantaggi carte prepagate

  • Non vi è alcuna linea di credito con la banca;
  • i limiti di utilizzo potrebbero essere bassi.

Carta prepagata: a chi conviene?

La carta prepagata (quindi non carta di credito prepagata) è una scelta valida per chiunque avesse la necessità di dotarsi di un sistema di pagamento autorizzato, ma soprattutto accettato in molte parti del mondo, senza dover per forza aprire un conto corrente bancario.

Una soluzione efficiente per evitare costi fissi di tenuta conto, senza tuttavia rinunciare alla praticità dei pagamenti con carta. Sulla base delle tipologie esposte, ricorda che:

  • se hai bisogno di effettuare ed ottenere bonifici, allora la carta prepagata con codice IBAN rappresenta la scelta più efficiente;
  • se hai bisogno di effettuare semplicemente acquisti online, senza il timore di collegare il conto bancario, allora una tradizionale carta prepagata senza conto corrente rappresenta la scelta migliore.

Carte prepagate – FAQ

Dove si acquistano le carte prepagate?

Come ricordato nel corso del nostro approfondimento, le carte prepagate (non carte di credito prepagate) possono essere acquistate in tabaccheria, o più comodamente online, presso uno degli operatori che abbiamo avuto modo di presentare.

Come ottenere una carta prepagata?

L’ottenimento di una carta prepagata è molto rapido e necessita quasi sempre di pochissime informazioni personali, un documento di riconoscimento ed il codice fiscale.

Qual è la migliore carta prepagata?

Leggi la nostre guida per visionare una tabella con alcune delle migliori carte prepagate (chiamate molto spesso erroneamente carte di credito prepagate), con costi bassissimi e con numerose funzionalità di pagamento.

Argomenti:

Jacopo Marini

Trader, opinionista ed esperto di mercati azionari e criptovalute. Uno dei primi investitori in Italia a credere in Bitcoin e diventarne un profondo conoscitore. Collabora con FinanzaDigitale dal 2014.