Investire soldi in banca conviene? Analisi, opinioni, soluzioni alternative

Dal conto deposito all’acquisto dei BTP, sono diverse le opportunità di investire in banca. Sono anche convenienti? Quali le eventuali alternative? Scopri le opportunità più interessanti oggi.

investire i soldi in banca

Investire i propri soldi in banca continua ad essere la scelta più comune per gli italiani. Chi ha un gruzzoletto da parte e non vuole tenerlo sotto il materasso, andare allo sportello del proprio istituto bancario è il primo pensiero.

Ma è anche conveniente? Nell’ultimo anno, con l’aumento dell’inflazione e l’incremento dei tassi d’interesse, anche le banche offrono soluzioni interessanti per mantenere i soldi da loro (conti correnti remunerati, conti deposito, ecc.) ed ottenere un certo ritorno economico.

Alcuni istituti di credito offrono anche una consulenza gratuita sugli investimenti, con l’opportunità di un supporto di un esperto finanziario, o di operare attraverso piattaforme professionali.

Tuttavia, spesso i costi di investire in banca sono alti, tra canone mensile, bollo e commissioni poco chiare. In questo contesto se ti guardi intorno sul web, vi sono altre soluzioni per incrementare i tuoi risparmi che potresti valutare.

Di seguito abbiamo messo a confronto l’investimento in banca con una serie di alternative. Avrai così la possibilità di considerare la strategia finanziaria più conveniente e adatta al tuo obiettivo economico.

Come investire soldi in banca

Come investire soldi in banca

Mantenere i soldi su un conto corrente tradizionale non è conveniente. Il motivo è semplice: i costi del conto e l’inflazione alta nel tempo andranno ad erodere i tuoi risparmi.

Se non investi, ti troverai con un saldo al di sotto di quando hai versato inizialmente. Tuttavia, oggi le banche presentano alcune soluzioni, che puoi valutare:

  • conto remunerato;
  • conto deposito;
  • supporto di un consulente finanziario;
  • trading bancario.

L’aumento dei tassi d’interesse delle banche centrali ha portato sempre più istituti di credito a modificare le condizioni dei conti correnti, per fidelizzare i clienti. Sono i cosiddetti conti remunerati.

La loro caratteristica è quella di ottenere un rendimento sulla giacenza giornaliera presente sul conto, senza necessità di vincolare il denaro ad altri strumenti finanziari.

Conto deposito

Una soluzione che offre rendimenti più elevati è quella dei conti deposito. Sono conti separati da quello principale in cui puoi trasferire il tuo denaro e ottenere un rendimento costante, in base alla tipologia del vincolo.

Puoi distinguere tra due tipologie di conti deposito:

  • svincolabile: puoi in ogni momento prelevare il denaro riportandolo sul conto corrente;
  • vincolato: in questo caso devi attendere la chiusura del contratto, per ottenere gli interessi e utilizzare di nuovo i tuoi soldi.

Il guadagno sul denaro investito varia in base all’offerta della banca e alla tipologia di vincolo. Ad esempio, i conti vincolati sono quelli che ti offrono un interesse più alto, proprio perché il tuo denaro non potrà essere utilizzato fino alla scadenza. Inoltre, maggiore è la tempistica, ed in proporzione otterrai più interessi.

Il rendimento può essere da valutare se lo rapporti al rischio di perdere i tuoi soldi che è bassissimo: l’unico caso è il default della banca.

Ricorda rispetto al conto remunerato quello deposito prevede lo spostamento del tuo denaro dal conto principale e quindi non potrai utilizzarlo per le spese giornaliere o in caso di necessità.

Consulente finanziario

Alcune banche offrono anche il supporto di un consulente finanziario dedicato. Puoi quindi valutare di affidarti alla sua competenza per scegliere dove investire il tuo denaro, ad esempio in un PAC, in un fondo pensione, oppure in BTP.

Trading bancario

Se hai un conto corrente con una banca di investimento potrai operare in modo autonomo facendo trading online. Ad esempio, in Italia, istituti di credito come Mediolanum, Fineco Bank, ING e Banca Sella, ti permettono di operare direttamente sui mercati e investire in autonomia. Hai accesso a piattaforme professionali, ma con costi e commissioni da valutare con attenzione.

Ovviamente i rischi sono più alti rispetto ai sistemi prima indicati, variando in base agli strumenti finanziari che andranno a comporre il tuo portafoglio titoli.

Quanto si guadagna investendo soldi in banca?

guadagno investendo soldi in banca

Il capital gain di un investimento in banca è direttamente proporzionale all’importo che andrai a impegnare e alla tipologia di strumento finanziario utilizzato.

Inoltre, devi considerare anche le spese collegate al conto. Ecco quelle principali:

  • canone mensile del conto corrente;
  • imposta di bollo annuale pari al 34,72€ per le giacenze superiori ai 5.000€, per i conti remunerati, e dello 0,20% dell’importo complessivo per quelli deposito;
  • tassazione del 26% sui rendimenti ottenuti;
  • eventuale commissione per l’attività di consulenza finanziaria;
  • commissioni di trading;
  • costi della piattaforma di trading bancaria.

Conviene investire i soldi in banca?

È un dato di fatto che investire i soldi in banca può essere tra le soluzioni a basso rischio. Infatti, negli ultimi anni sono aumentati i controlli sugli istituti di credito, al fine di prevenire situazioni di sofferenza da parte delle banche.

I tuoi soldi sono garantiti dal FITD (Fondo interbancario di tutela dei depositi) fino alla somma dei 100.000€. Ciò significa che in caso di attività di bail-in, il tuo denaro non sarà utilizzato, fino a questo importo, per venire incontro alle situazioni di difficoltà della banca.

Dall’altro, investire in banca, in alcuni casi, non è la soluzione più conveniente. Infatti, i costi sono nettamente superiori rispetto ad altri strumenti finanziari. Inoltre, per ottenere un rendimento elevato devi bloccare delle liquidità altrettanto importanti. Ciò limita le opportunità di investire se hai un portafoglio con capitali minimi. Tuttavia, oggi lo sviluppo di soluzioni fintech e dei servizi finanziari online ha aperto tantissime alternative all’investimento bancario. Ecco quali sono quelle più interessanti:

  • piattaforme di risparmio gestito;
  • società SCF;
  • investire online sulle borse o sul mercato immobiliare.

Piattaforme di risparmio gestito

La tecnologia applicata alla finanza ha permesso di creare soluzioni di investimento in cui puoi operare sui mercati supportato da un sistema che, valuta i prodotti finanziari più convenienti attraverso un algoritmo matematico oppure un AI.

Viene definito come robot advisor ed è offerto dalle piattaforme di risparmio gestito. Possono essere banche o imprese di investimento, che hanno focalizzato la loro attenzione nel dotarsi di strumenti fintech a cui puoi avere accesso in piena autonomia. Tra quelle oggi interessanti puoi considerare:

  • Tinaba;
  •  Moneyfarm;
  •  Euclidea;
  •  Online SIM.

Tinaba

Logo Tinaba

Tinaba è un conto smart a costo zero, creato nel 2015, da una delle banche più solide in Italia, Banca Profilo.

L’idea è di fornire uno strumento online adatto all’evoluzione della finanza, con tutti servizi bancari, ma anche le ultime tecnologie fintech per: gestire e investire il tuo denaro. In questo contesto è stato sviluppato il sistema Roboadvisor di Tinaba.

Hai la possibilità di investire a partire da 2.000€, acquistando una posizione su uno o più degli 8 portafogli preimpostai. Quindi, non devi selezionare gli asset, ma saranno suggeriti da Tinaba in base a una serie di parametri da te inseriti.

Hai anche la possibilità di mettere da parte del denaro per un obiettivo futuro sottoscrivendo un PAC. In questo caso hai il vantaggio di effettuare un piano di accumulo del capitale con versamenti mensili a partire dai 50€.

Moneyfarm

Logo nuovo MoneyFram

Tra le prime piattaforme Made in Italy a permettere un sistema di risparmio gestito, sfruttando le nuove tecnologie di intelligenza artificiale, vi è Moneyfarm.

Nata nel 2011, ha ottenuto sin da subito un certo successo, grazie al sistema che permette a chiunque di investire sui mercati senza la necessità di avere competenze economiche o basi di finanza. Infatti, la tecnologia roboadvisor, basata su un algoritmo matematico, identifica le soluzioni più adatte al tuo profilo di investitore, in base a una serie di parametri come:

  • capitale in tuo possesso;
  • obiettivo da raggiungere;
  • indice di rischio;
  • tempistica dell’investimento.

A questo punto ti verrà suggerito uno dei 7 portafogli previsti da Moneyfarm e suddivisi in base al rendimento e all’indice di rischio. L’importo minimo da investire è pari a 5.000€, mentre le commissioni si applicano in base al capitale, a partire dall’1% fino allo 0,40%.

Euclidea

Logo Euclidea

Una SIM (Società di Intermediazione Mobiliare) nata nel 2017, in cui si combinano sicurezza e convenienza degli investimenti. Stiamo parlando di Euclidea. Un’impresa di investimento, presente nel registro Consob e che oggi conta 10 milioni di utenti.

Il successo è legato alla presenza di un sistema tecnologico che permette di sviluppare dei portafogli (Core) pre-imposti, su cui puoi investire.

Puoi scegliere tra 7 Core di base, ognuno con un bilanciamento di asset diversificato, partendo da un rendimento basso e rischio limitato, fino ad arrivare a un possibile guadagno elevato, ma anche una maggiore alea.

Ti basterà inserire alcuni parametri, come obbiettivo, somma da investire e tempistica, per ottenere un supporto degli advisor su quale Core investire. Puoi operare a partire dai 5.000, e con la possibilità di scegliere due piani di abbonamento: Smart con un costo di 0,60% trimestrale sull’importo del valore medio del tuo patrimonio investito e Wealth, con una spesa dell’1.20%.

Online SIM

Logo Online SIM

La società Online SIM è iscritta nel registro Consob presso l’elenco SIM. Nata nel 2000 è un progetto sviluppato da Banca Ersel, tra i gruppi bancari con maggiore esperienza negli investimenti immobiliari.

Puoi aprire un conto a costo zero e valutare di investire in diverse modalità. Infatti, puoi acquistare una posizione in un fondo di investimento in modo autonomo, scegliendo tra 4.500 fondi e Sicav presenti sulla piattaforma, valutando quello più adatto grazie agli strumenti di analisi previsti.

Altra opportunità è quella di scegliere tra uno dei portafogli Modello, preimpostati da Online SIM, che ti verranno suggeriti in base ad alcuni parametri che andrai ad indicare. Infine, puoi affidarti a un roboadvisor con una consulenza dedicata che ti aiuterà a individuare l’investimento più adatto al tuo profilo e gestire al meglio il tuo patrimonio mobiliare.

Società SCF

Società SCF

Le SCF sono società di consulenza finanziaria, ovvero imprese che hanno il fine di supportarti negli investimenti, aiutandoti a valutare quelli più adatti alla tipologia di liquidità in tuo possesso, oltre ad assisterti nella gestione del tuo patrimonio.

Si differenziano dalle piattaforme di investimento assistito, per il fatto che non investono il tuo denaro. Sarai tu ad acquistare e vendere un asset, sulla base dei consigli e delle analisi effettuare da un SCF. Puoi considerare il loro ruolo simile a quello di un consulente finanziario.

Sono una valida alternativa all’investimento in banca, dato che combinano sicurezza, con l’opportunità di operare sui mercati anche se non hai grandi competenze finanziarie. Infatti, per svolgere la loro attività le SCF devono essere autorizzate ad operare dall’OCF (Organismo di Vigilanza dei Consulenti Finanziari) e inserite nell’Albo Unico dei Consulenti Finanziari.

Ciò garantisce massima trasparenza. Inoltre, grazie a queste società hai l’opportunità di essere affiancato nel gestire i tuoi soldi da un team di esperti finanziari, con competenze in ambito di mercato e della gestione patrimoniale. Ciò ti permette di ottenere possibili rendimenti anche senza avere competenze finanziarie. Tuttavia, devi considerare che è previsto un costo maggiore, collegato non ai rendimenti ottenuti, ma alla consulenza.

Investire in autonomia

Trading online

Il web e le tecnologie digitali sono stati fondamentali per lo sviluppo di sistemi per investire da solo, e in perfetta autonomia.

Una valida alternativa ai rendimenti di un conto deposito o a uno remunerato, ma anche a quelli del risparmio gestito e alle piattaforme di trading bancarie.

Investire in autonomia vuol dire agire in modo diretto sui mercati e quindi, valutare, in base a specifiche competenze finanziarie, quali asset comprare, il momento più adatto e le diverse soluzioni presenti online. Oggi, puoi considerare due modalità:

  1. investire sui mercati immobiliari;
  2. investire online sulle borse valori.

1) Crowdfunding immobiliare

Le piattaforme di crowdfunding ti permettono di investire sul mercato immobiliare, ma anche su imprese in fase di sviluppo (start-up) e ottenere un possibile rendimento. Infatti, permettono di far incontrare chi ha una liquidità, con chi ha necessità di soldi.

Grazie al sistema di crowdfunding (raccolta fondi di molti) potrai operare anche con capitali limitati, dato che il tuo denaro verrà sommato a quello di altri investitori al fine di raggiungere l’importo necessario per finanziare un progetto.

È una soluzione interessante, con un rischio medio-basso e anche conveniente, dato che si applicano commissioni di operatività basse. Puoi valutare di investire, prestando il tuo denaro e ottenendo un rendimento costante, con il lending crowdfunding.

In alternativa puoi acquisire una certa quantità di azioni in una società immobiliare, con un rendimento che si concretizza nel momento in cui si realizza un progetto: equity crowdfunding.

2) Investire in autonomia in borsa

Investire nei mercati finanziari, facendo trading online può essere una valida alternativa se vuoi ottenere un probabile guadagno, incrementando i tuoi risparmi. Tuttavia, devi considerare che:

  • investire in borsa prevede un rischio medio-alto;
  • devi avere competenze sui mercati;
  • devi valutare gli asset su cui posizionare il tuo denaro;
  • controllare costantemente i tuoi investimenti;
  • valutare su quale broker di trading aprire un conto titoli.

Se da un lato con le tecnologie puoi investire sin da subito, ad esempio grazie al trading automatico, dall’altro se vuoi ottenere un probabile rendimento è necessario studiare, apprendere, imparare come funzionano i mercati e soprattutto tenerti sempre aggiornato.

Inoltre, devi accettare l’idea del rischio, ovvero la presenza di elevate probabilità di perdere tutto o parte del tuo capitale. Il primo passo per investire online sui mercati è quello di scegliere la migliore piattaforma di trading. Ecco la classifica dei broker riconosciuti e inseriti nel registro Consob.

1 Miglior Broker del 2024
fineco trading
  • Miglior banca per il trading
  • Commissioni agevolate under 30
  • Regime fiscale amministrato
  • 8.5
  • 100 € deposito minimo
  • Reg. CONSOB 4640
scalable capital
  • PAC automatici gratis
  • 600k clienti in Europa
  • Liquidità remunerata al 2,6%
  • 8.3
    Rated 5 stars out of 5
  • 1€ deposito minimo
  • Reg. CONSOB 4664
degiro trading
  • Broker di azioni ed ETF
  • Milioni di strumenti
  • Commissioni basse
  • 8.2
  • 0,10€ deposito minimo
  • Reg. Banca d'Italia
plus500
  • Trading CFD
  • Conto demo gratis
  • Licenza ASiC, CySEC. Reg. CONSOB
  • 8.5
    Rated 4.5 stars out of 5
  • 100 € deposito minimo
  • Reg. CONSOB 4161
trade republic
  • Azioni, crypto, ETF
  • 1+ milioni di clienti
  • Piani di risparmio lungo termine
  • 8
    Rated 5 stars out of 5
  • 50 $ deposito minimo
  • Reg. BaFin Trade Republic Bank
avatrade trading
  • Piattaforma Web, App e MT4/MT5
  • Guida al Trading
  • Licenza CySec
  • 7.6
    Rated 4 stars out of 5
  • 100 € deposito minimo
  • Reg. CONSOB 2640
freedom24
  • Conto trading remunerato 2,5%
  • Investi in azioni ed ETF
  • 1 milione di strumenti finanziari

*Capital is at risk

  • 7.5
  • Nessun deposito minimo
  • Reg. CONSOB 4792

Investire soldi in banca conviene? Domande frequenti

Quali sono i migliori investimenti da fare in banca?

Tra gli investimenti in banca puoi valutare l’apertura di un conto deposito e l’acquisto di Titoli di Stato o Buoni del Tesoro con il supporto di un consulente.

Quanto si guadagna investendo in banca?

Investendo in banca puoi ottenere un rendimento variabile in base alla tipologia di strumento finanziario, ma sono presenti anche diversi costi. Scopri le opportunità nella nostra guida.

Quali sono le alternative a investire in banca?

Sono diverse le alterative a investire in banca più redditizie. Scopri le diverse soluzioni nella nostra guida.

Gennaro Ottaviano

Autore senior per FinanzaDigitale

Laurea in Economia Aziendale, conoscitore di borse, mercati e investimenti finanziari. Ho competenze di diritto e gestione societaria, con esperienze amministrative. Scrivo di diritto, economia, finanza, marketing e gestione delle imprese.

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche: