Migliori PAC (Piani di Accumulo del Capitale) 2024 in Italia

Un PAC (Piano di Accumulo del Capitale) è uno strumento che permette di combinare un investimento e un’attività di risparmio, in un’unica operazione finanziaria. Scopri quali sono i migliori in Italia per il 2023.

Investire sui mercati con un rischio basso, un’alta remunerazione e un capitale minimo incrementabile sono le principali caratteristiche che spingono sempre più utenti a utilizzare un PAC.

Acronimo dei Piani di Accumulo del Capitale, il PAC è uno strumento per il risparmio adatto a chi non vuole rinunciare a operare sulle borse valori, ma senza l’incertezza e l’alea del trading online.

Il nome stesso definisce alcune delle caratteristiche di questo sistema. Infatti, verserai un capitale minimo in base a un piano economico prestabilito, finalizzato ad accumulare nel tempo una somma di denaro. Il vantaggio? Sui soldi verrà applicato un interesse composto con la possibilità di vedere incrementare nel tempo i tuoi risparmi.

Oggi i PAC possono essere considerati tra le soluzioni flessibili, accessibili a tutti e remunerative, per risparmiare e allo stesso tempo investire, con un’offerta sempre in aumento da parte di banche e broker.

Come scegliere quello più adatto? In questa recensione troverai la classifica dei migliori PAC del 2024 in Italia, oltre a tutte le informazioni utili per comprendere come funzionano e quali sono i vantaggi e i rischi.

Migliori PAC in Italia: classifica Febbraio 2024

Disclaimer FinanzaDigitale seleziona le migliori piattaforme di trading in maniera indipendente. Tuttavia, se apri un conto passando da un nostro link, potremmo ricevere una commissione dal broker.
|
Aggiornato al: 29 Febbraio 2024
Broker più scelto1.
Scalable Capital
  • PAC ETF automatici
  • Interessi sulla liquidità fino al 4%
  • Piani in abbonamento flessibili
  • Nessuna commissione sui prelievi
4% annuo di interessi sulla liquidità con PRIME+ Broker
Deposito Minimo
1 €
Investire comporta dei rischi
Licenza Deutsche Bundesbank, BaFin
7.500+ strumenti finanziari
2.207 recensioni su
2.
Conto Trading
  • Miglior banca per il trading
  • Commissioni agevolate Under 30
  • Regime fiscale amministrato
Condizioni agevolate per under 30
Canone mensile
Zero
Investire comporta dei rischi
Iscrizione all'Albo Banca d'Italia N. 3015
26+ mercati globali
48.884 recensioni su
3.
XTB
  • PAC automatici gratuiti
  • Investimenti a partire da 10€
  • Depositi veloci gratis
Fino 3,80% di interessi sulla liquidità
Deposito Minimo
Zero
76% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
Licenza CySEC N. 169/12
6.100+ strumenti finanziari
919 recensioni su
4.
DEGIRO
  • Piattaforma per trader e cassettisti
  • Commissioni fisse competitive
  • Lista ETF a 0 commissioni
  • Modello precompilato per la dichiarazione dei redditi
Deposito Minimo
0,10 €
Investire comporta dei rischi
Iscrizione all'Albo banca d’Italia N. 21986
50+ borse mondiali
840 recensioni su
5.
Conto corrente Arancio
  • Canone Zero a vita
  • Conto deposito 3% per 12 mesi
  • Conto personale o cointestato
Aprilo in pochi secondi con SPID
Canone mensile
Gratis
Vai al sito senza impegno
Bonifici gratis e illimitati
Prelievi in Italia 0,95€
4.439 recensioni su
6.
Trade Republic
  • Investimenti a partire da 1€
  • Piani di accumulo a lungo termine
  • Commissione fissa 1€
  • App di trading ottimizzata per mobile
4% annuo di interessi sul saldo
Deposito Minimo
10 €
Investire comporta dei rischi
Licenza BaFin
21.500+ strumenti finanziari
16.046 recensioni su
7.
Tinaba
  • Bonifici, PagoPA, F24, MAV a costo zero
  • Robo Advisor, Crypto, Donazioni e Gruppi
  • Conto deposito fino al 4%
Fino a 100€ di bonus con codice TINABAROLL
Canone mensile
Gratis
E nessuna imposta di bollo
Vai al sito senza impegno
4 bonifici gratis / mese
Primi 12 prelievi gratis
924 recensioni su
8.
Moneyfarm
  • Roboadvisor, Conto titoli, PAC, Piano pensione
  • Conto Liquidità+ con rendimento >3,9% annuo lordo
  • Regime fiscale amministrato
Deposito Minimo
5.000 €
Il tuo capitale è a rischio
Licenza FCA N. 629539
Azioni ed ETF Borsa Italiana, Deutsche Börse ed Euronext Paris
3.094 recensioni su

I PAC possono essere considerati una forma di investimento in cui si combina:

  • risparmio;
  • basso rischio;
  • rendimento incrementale.

Uno strumento adatto sia se hai pochi capitali, sia se vuoi ottenere comunque un rendimento, ma senza dedicare del tempo all’analisi tecnica e fondamentale dei mercati, puntando su strumenti a basso rischio e creati per i diversi target di utenti.

Infatti, anche se oggi hai la possibilità di creare un tuo PAC, sono sempre di più le banche di investimento e i migliori broker online ad offrirti dei piani di accumulo del capitale già preimpostati e con un rendimento garantito. Nella tabella abbiamo raggruppato quelli che sono considerati i migliori in base a un rapporto costo e capitale iniziale da investire.

Comunque, è importante sin da subito precisare che i PAC sono una forma di investimento. Come tale prima di decidere di impiegare i tuoi soldi è indispensabile informarti, capire come funzionano e confrontare le diverse offerte. Tutte informazioni presenti in questa guida.

Ti potrebbe interessare la nostra recensione sui migliori broker per fare trading online.

Piano di accumulo ETF Scalable Capital

La soluzione per accedere ai migliori PAC 2024 è quella di investire utilizzando la piattaforma di trading digitale Scalable Capital. Un broker innovativo, dato che ti offre diverse opzioni per risparmiare il tuo denaro in alternativa al trading.

Infatti, avrai accesso a un:

  • conto deposito con un interesse del 2,3% sulla liquidità;
  • piani di accumulo del capitale da personalizzare.
Migliori PAC 2023 Scalable Capital

Questa seconda opzione non prevede costi di attivazione e potrai decidere di:

  • scegliere l’importo da investire;
  • optare per una soluzione di versamento mensile, bimestrale, semestrale o annuale;
  • impostare il giorno in cui effettuare il versamento.

Al fine di avere una regolarità delle operazioni, con Scalable Capital potrai impostare un addebito diretto sul tuo conto corrente: il prelievo verrà effettuato alcuni giorni prima della data programmata.

Infine, potrai creare PAC composti da un singolo asset, come ETF, azioni, crypto e fondi comuni, oppure sistemi misti. Sarai tu a personalizzare gli asset. Per accedere a questa funzionalità, l’unico passaggio è quello di aprire un conto Scalable Capital.

PAC Fineco Bank

Altra opzione per investire nei piani di accumulo del capitale, direttamente online e affidandoti a una banca di investimento, è utilizzare Fineco Bank. Aprendo il conto multicanale puoi accedere gratuitamente a una serie di servizi. Tra le opzioni, vi è quella del trading e della consulenza agli investimenti.

Migliori PAC 2023: Fineco Bank

Ecco quali sono i passi per aprire un PAC Fineco:

  • accedi all’area riservata;
  • selezione la voce consulenza;
  • nel menu a tendina, evidenzia la voce PAC;
  • a questo punto compariranno i PAC offerti dalla banca;
  • seleziona quello su cui investire;
  • imposta i parametri del piano;
  • effettua l’acquisto.

Il sistema di acquisto PAC di Fineco ti permette di impostare una serie di dati, come durata del fondo, importo da integrare mensilmente e data in cui eseguire l’operazione.

Inoltre, potrai anche incrementare il capitale scegliendo in qualunque momento di modificare la somma da versare. Il costo della sottoscrizione è variabile in base alla tipologia di PAC che andrai a sottoscrivere.

PAC con DEGIRO

Il broker DEGIRO è una piattaforma di trading olandese che ha cambiato il modo di avvicinarsi ai mercati e agli investimenti, combinando un sistema sicuro, intuivo e con commissioni ridotte.

Considerato uno dei migliori broker per operare in obbligazioni, DEGIRO presenta anche soluzioni per creare un PAC in modo personalizzato e risparmiare nel tempo.

PAC DEGIRO

Una volta attivato il tuo account, avrai la possibilità di scegliere il piano di accumulo del capitale più adatto alle tue esigenze. Tuttavia, con DEGIRO, il sistema del piano di accumulo non è automatico.

Quindi, dovrai essere tu a valutare su quale asset investire il denaro. Comunque avrai accesso a un numero elevato di strumenti selezionati dal broker, come la Core Selection ETF. Sono fondi di investimento con un rating di rischio che si adatta a tutte le tipologie di investitori.

Infine, il piano di accumulo non prevede un costo di attivazione, ma solo quello collegato all’acquisto degli strumenti su cui deciderai di investire.

Piani di accumulo Trade Republic

La società di intermediazione tedesca (SIM) Trade Republic è tra i broker che ti offrono l’accesso a tutti i principali mercati, con oltre 10.000 asset su cui investire e con costi bassi. Un broker riconosciuto dalla BaFin e con un sistema di investimento diversificato.

Infatti, oltre alle diverse opportunità legate al trading online, avrai accesso a una sezione apposita in cui puoi creare il tuo PAC acquistando: azioni, ETF e criptovalute. Avrai più di 4.600 asset, su cui potrai scegliere di investire in modo periodico. Il sistema è intuitivo e prevede l’opportunità di operare anche con importi ridotti, a partire da 1€.

Piano di accumulo Trade Republic

Il primo passo è quello di aprire un account verificato. Se non lo hai ancora fatto, ti invitiamo a leggere la nostra recensione su Trade Republic.

Nel momento in cui esegui il primo versamento, attivando il conto trading, ti basterà seguire questi passaggi per realizzare un piano di accumulo:

  • accedi all’area piano di risparmio;
  • seleziona l’asset che andrà a creare il PAC tra 2.100 ETF, più di 2500 azioni e oltre 60 criptovalute;
  • imposta la quantità di denaro che vuoi investire;
  • stabilisce il piano di versamenti del capitale;
  • conferma l’operazione.

In modo periodico il broker, in autonomia, eseguirà un acquisto sugli asset, cumulandoli al capitale iniziale versato.

Piano di accumulo ING

Il PAC ING riflette le caratteristiche di questa banca online, con l’accesso a un servizio gratuito e la possibilità di investire anche una somma minima pari a 20€ a settimana.

Investire nei piani di accumulo con ING è possibile con due opzioni:

  1. funzionalità Fai da te;
  2. come possessore di un conto corrente Arancio.
Piano di accumulo ING

Se hai già aperto un dossier titoli attraverso l’opzione Fai da te, potrai integrare la tua posizione scegliendo un piano di accumulo. Invece, se sei un correntista, ti basterà accedere alla home banking ed entrare nel menu investimenti.

A questo punto potrai confrontare i diversi piani di accumulo del capitale e valutare quello che si adatta al tuo profilo di investitore. Il vantaggio: puoi personalizzare l’importo da investire e modificarlo nel tempo.

PAC Trading 212

Trading 212 è una piattaforma riconosciuta dal CySEC e che oggi conta più di 1,5 milioni di utenti attivi.

Avrai accesso a oltre 7.000 asset su cui operare con il trading online, ma anche realizzando un tuo piano di investimento completamente personalizzabile. Il servizio si chiama AutoInvest e prevede l’accesso a una tecnologia attraverso cui potrai impostare un investimento costante su asset come ETF e azioni. In questo modo andrai a creare il tuo piano di accumulo. La procedura è intuitiva e gestibile direttamente dalla piattaforma o dall’app mobile.

Migliori PAC 2023 con Trading 212

Ti basterà accedere all’apposita sezione AutoInvest presente nel menu dell’area riservata di Trading 212 e creare un portafoglio diversificato di azioni ed ETF, scegliendo tra migliaia di asset. I diversi titoli selezionati saranno graficamente rappresentati in un areogramma che ti permetterà di avere subito una visione dell’incidenza nel tuo portafoglio.

A questo punto dovrai impostare:

  • la durata del piano di accumulo;
  • l’importo che deve essere prelevato mensilmente;
  • il giorno in cui viene eseguito il prelievo;
  • l’importo iniziale del PAC.

L’ultimo step è quello di confermare la creazione del PAC. Da questo momento, gli investimenti avverranno in modo automatico.

PAC Tinaba

Tinaba è una neobank collegata a Banca Profilo, un istituto di credito indipendente che negli anni ha combinato solidità, affidabilità e innovazione. Un’app mobile nata per rendere accessibile a un vasto target di clienti un conto con tutti i servizi di una banca tradizionale e con funzionalità, in cui tecnologia e finanza si combinano per semplificare la gestione del denaro.

PAC Tinaba

Un connubio che si rispecchia nel sistema Roboadvisor, una forma di trading automatico attraverso cui potrai investire in modo autonomo, ma supportato da un consulente digitale. Infatti, impostando alcuni parametri, verrai aiutato nello scegliere la soluzione di investimento più adatta alle tue esigenze.

La modalità PAC ti permette di creare un Piano di Accumulo del Capitale, attivando il servizio in modo gratuito. L’importo minimo da investire è di 2.000€ e, grazie al sistema Roboadvisor, avrai fino a 8 profili da poter scegliere, con un’operatività sugli ETF. Le commissioni sono basse, con un importo che va dallo 0,4% all’1%, senza costi per il deposito titoli.

Leggi la nostra recensione su Tinaba

Piano di accumulo Moneyfarm

La piattaforma Moneyfarm è un servizio di consulenza finanziario indipendente e completamente online, che sfrutta la tecnologia Roboadvisor al fine di permetterti l’accesso al risparmio gestito. Un sistema che ha rivoluzionato il modo di rapportarsi agli investimenti dato che chiunque può operare in perfetta autonomia, proprio grazie a una tecnologia innovativa.

pac moneyfarm

Una volta aperto il tuo account ti basterà definire alcuni parametri in base al tuo profilo di investitore, stabilendo l’indice di rischio che vuoi affrontare. A questo punto, potrai scegliere tra diverse tipologie di investimenti automatici, tra i quali sono previsti anche i PAC Moneyfarm.

Sono piani di accumulo che prevedono un investimento del tuo capitale su ETF, offrendoti dei rendimenti diversi. Per attivarlo dovrai:

  • investire un importo minimo di 5.000€;
  • effettuare un versamento mensile di 100€;
  • impostare gli anni del piani di accumulo.

Sarà la piattaforma ad operare in maniera automatica e a utilizzare i singoli versamenti mensili al fine di diversificare il tuo PAC.

Piano di accumulo Banca Sella

Banca Sella è una delle realtà storiche in Italia, ma che ha sviluppato una piattaforma di digital banking innovativa. Aprendo un conto corrente online potrai accedere a diverse funzionalità, tra le quali anche la possibilità di investire in maniera autonoma con il servizio PAC Sella.

Potrai:

  • definire la tipologia di versamento periodico;
  • stabilire il tempo di durata del piano di accumulo;
  • scegliere su quali asset andare a operare tra ETF e fondi.
PAC Banca Sella

Ogni passaggio è assistito, in modo che potrai creare il piano di accumulo più adatto al tuo profilo di investitore. Una soluzione molto valida, che puoi affiancare anche al sistema di trading online di Banca Sella. Infine, in ogni momento hai accesso, gratuitamente, al supporto online di un consulente finanziario.

Leggi la nostra recensione su Banca Sella

Come funziona un PAC

Come funziona un PAC

A questo punto, può essere utile chiarire come funziona un PAC e perché sono sempre di più gli utenti che decidono di investire su questo strumento.

Il PAC è considerato un sistema di risparmio sicuro e ad alto rendimento, come gli ETF o l’operatività sulle obbligazioni.

Le principali caratteristiche sono:

  • crescita graduale dell’investimento
  • versamenti personalizzati e periodici;
  • investimento del denaro sui mercati.

Un PAC è un sistema flessibile e in cui si combina la possibilità di risparmiare e investire sin da subito in un unico strumento. Infatti, puoi scegliere di utilizzare un capitale ridotto, versandolo in piccole rate, mensili, bimestrali, semestrali o annuali, e incrementandolo nel tempo. Il denaro accumulato verrà man mano utilizzato per essere investito sui mercati, in base alla tipologia di piano di accumulo che hai scelto.

Ciò ti permette di ottenere anche un rendimento nel tempo, con un probabile incremento dei tuoi risparmi. Inoltre, potrai in ogni momento modulare il tuo piano di accumulo, ad esempio integrandolo con altro capitale, oppure modificando la tipologia di asset su cui investire i tuoi soldi. Ovviamente, ogni pacchetto PAC prevede delle sue specifiche caratteristiche.

Simulazione di un paino di accumulo

La simulazione di un PAC è ciò che ti permette di avere subito una visione di quale sarà il tuo risparmio nel tempo. È un servizio che viene offerto da tutte le piattaforme bancarie e da quelle di investimento. In questo modo potrai confrontare i vantaggi di questo strumento rispetto ad altre forme di risparmio.

Vediamo, come funziona. Immagina di aprire un piano di accumulo che preveda un versamento mensile di 200€, per un periodo di tempo di 10 anni, con un capitale iniziale di 2.000€.

Al momento della chiusura ti troverai con un capitale di base di 26.000€ (200 x 120 rate+ 2.000€), a cui si aggiungeranno gli interessi applicati sugli investimenti mese per mese, con un importo variabile in base alla tipologia di asset presenti nel PAC.

Come scegliere il miglior PAC

Scegliere il miglior PAC 2023

Oggi il PAC è considerata una valida opportunità per investire e risparmiare anche se hai un capitale limitato. Fattori che hanno portato allo sviluppo di un numero di piani di accumulo crescente da parte delle banche e dei broker.

Come fare a scegliere quello più adatto alle tue esigenze? Per rispondere a questa domanda puoi prendere come riferimento i seguenti parametri:

  • tipologie di PAC;
  • PAC personalizzato o PAC preimpostato;
  • costi e commissioni;
  • importo di sottoscrizione;
  • rendimento.

Tipologia di PAC

I piani di accumulo vengono catalogati in base alla loro composizione. Puoi distinguere tra:

  • PAC misti: composti da asset diversi;
  • PAC monotematici: prevedono un investimento su un solo strumento finanziario come gli ETF, le azioni, ecc.

Questi ultimi potranno essere a loro volta di vario genere, ovvero:

  • Piano di accumulo obbligazionari;
  • PAC su ETF;
  • PAC su azioni;
  • Piano di accumulo sulle Crypto;
  • Piano di accumulo sui fondi di investimento.

PAC personalizzato o PAC preimpostato

Un PAC può essere personalizzato, oppure avrai la possibilità di scegliere tra diverse proposte dell’intermediario. Ambedue le opzioni hanno dei pro e dei contro. Infatti, un piano di accumulo personalizzato può essere utile se hai una conoscenza minima del mercato e quindi potrai equilibrare un portafoglio con gli asset che hanno il maggior rendimento al momento.

Un qualcosa che non è facile da impostare, soprattutto in situazioni in cui l’alta inflazione e l’incertezza dei mercati fanno oscillare spesso i valori dei singoli asset al suo interno. L’altra soluzione è quello di scegliere i PAC preimpostati.

In questo caso hai due opzioni:

  1. investire su uno dei PAC presenti sulle piattaforme;
  2. utilizzare un sistema di risparmio gestito attraverso cui ti verrà consigliato il piano di accumulo più adatto al tuo profilo di investitore.

Leggi anche la nostra guida sui Roboadvisor

Costi e commissioni

Passiamo al lato economico. Prima di scegliere un piano di accumulo diventa essenziale confrontare i vari costi offerti dalle banche o dai broker.

Ecco quali valutare:

  • accesso al servizio: è la spesa da sostenere per attivare questa specifica funzionalità sulla piattaforma bancaria o su quella del broker;
  • commissioni di acquisto degli asset: un costo che ti verrà caricato per investire su uno specifico strumento finanziario, per esempio, azioni, obbligazioni o ETF;
  • spese di gestione del dossier titoli: è un valore che viene richiesto annualmente dall’intermediario per custodire il PAC.

Oggi, grazie alle nuove tecnologie, molti di questi costi sono azzerati, rendendo possibile anche investire con importi minimi, a partire da 1€.

Importo di sottoscrizione e di versamento

Nella scelta del piano di accumulo devi valutare anche l’importo di sottoscrizione. Con questo termine si definisce una somma che deve essere versata sul piano di accumulo come base iniziale dell’investimento. In alcuni casi, si prevede un valore obbligatorio, in altri può essere personalizzabile.

Lo stesso vale per il versamento scadenzato: alcuni PAC ti obbligano a un tetto minimo di operatività annuale, per esempio con versamenti mensili, bimestrali o trimestrali di pari valore. In altri casi, puoi personalizzare la somma che vuoi utilizzare per accumulare i tuoi risparmi.

Rendimento

Ultimo parametro utile per scegliere un piano di accumulo è quello del rendimento. Questo dato è espresso in una percentuale e varierà in rapporto alla tipologia di asset su cui vai a investire. Il concetto di rendimento è direttamente proporzionale al rischio. Quindi, maggiore è il possibile guadagno, più elevato sarà il rischio legato all’investimento. Infine, ad incidere su questo aspetto vi è anche l’importo complessivo del capitale versato.

Quali sono i rischi del piano di accumulo?

Rischio investimento PAC

Il piano di accumulo del capitale è una forma di investimento. Ciò vuol dire che è presente un rischio anche se basso su:

  • capitale versato e accumulato;
  • percentuali dei rendimenti.

Infatti, rispetto ad altre tipologie di investimenti come i BTP, nel PAC non si prevede una garanzia sul capitale. A questo si aggiunge che la percentuale di rendimento può variare in base agli asset su cui hai investito. Quindi la scelta dei migliori PAC diventa fondamentale al fine di non trovarti in una situazione in cui rischi di non raggiungere il tuo obiettivo.

Infatti, può capitare che il PAC vada in perdita, per esempio se hai investito su asset più volatili come le crypto o le azioni. Tuttavia, è un qualcosa che avviene raramente, grazie al sistema di versamento frazionato, attraverso cui è possibile bilanciare un investimento con altri meno volatili.

Ad ogni modo, se ti trovi con un rendimento in negativo, le soluzioni possono essere due:

  1. chiudere il PAC recuperando il capitale versato;
  2. compensare gli investimenti con altre tipologie di asset con rendimento minore e un rischio basso.

Conviene investire in un PAC oggi? Pro e contro

Perché scegliere un PAC? Di seguito abbiamo riassunto quali siano i vantaggi e svantaggi di questo strumento di investimento e risparmio.

Pro

  • Investimento anche con capitale minimo;
  • ti permette di dare continuità al risparmio;
  • puoi operare sui mercati con un basso rischio;
  • contribuisce ad equilibrare il tuo portafoglio titoli;
  • costi e commissioni basse;
  • ampia opportunità di rendimento;
  • ampia scelta di PAC;
  • adatto a tutti gli investitori.

Contro

  • L’orizzonte temporale è nel medio e lungo termine;
  • in alcuni casi si prevede un investimento iniziale minimo;
  • non vi è garanzia sul capitale e sui rendimenti.

Il principale vantaggio del PAC è quello di garantire un rendimento nel tempo variabile con un basso rischio, anche se hai a tua disposizione un capitale minimo. Inoltre, grazie alle nuove tecnologie, potrai operare in completa autonomia sottoscrivendo il piano di accumulo che si adatta alle tue esigenze.

La sua flessibilità lo rende utile se vuoi raggiungere un obiettivo nel medio e lungo termine, mettendo da parte dei soldi e al contempo incrementandoli grazie agli investimenti sul mercato.

Tuttavia, non è una valida opportunità se vuoi ottenere un probabile guadagno nel breve tempo. Inoltre, non avrai una garanzia sul capitale oltre all’applicazioni di costi di gestione e di operatività. Ciò ci porta a confrontare i PAC con altre forme di investimento per il risparmio.

Piano di accumulo vs ETF: quale scegliere?

ETF VS migliori PAC 2023

Gli ETF possono essere inseriti in un PAC, ma sono due strumenti finanziari diversi. In primo luogo, un Exchange Trade Fund è un fondo quotato in borsa, il quale replica l’andamento di un indice sottostante. Invece, un PAC è un prodotto creato da un intermediario privato, banca o broker, finalizzato al risparmio.

Altro aspetto riguarda la composizione degli ETF che prevedono un paniere di titoli e una gestione passiva. Ciò significa che, al loro interno, potrai trovare solo asset con le stesse caratteristiche del fondo. Un dato che ti offre una certa garanzia sul capitale, limitando la possibilità della società di gestione di operare su asset a maggior rischio rispetto a quelli già presenti nell’ETF.

Invece, il denaro di un PAC viene investito su un singolo asset finanziario, anche se sono previste versioni miste, con una gestione attiva che determina un rischio più elevato. Infine, dal punto di vista dei costi, gli ETF prevedono commissioni di gestione e operatività minori.

Investire in un PAC o aprire un conto deposito?

Conto depoisto

Il PAC può essere un’alternativa a un conto deposito? Per rispondere, andiamo a vedere quali sono le differenze tra questi due strumenti.

Un conto deposito può essere considerato un valido sistema di risparmio, prevedendo un interesse attivo sull’importo di denaro presente. Tuttavia, non investirai su un asset di mercato, come avviene nel caso del PAC.

Inoltre, con un conto deposito non viene richiesto un versamento costante di denaro, come nel piano di accumulo. In caso di necessità, se hai un conto non vincolato, potrai impiegare liberamente il tuo denaro. Invece, per quelli vincolati, come nei PAC, sono previste delle penali in caso di chiusura della posizione.

Altro aspetto è quello dei costi. I conti deposito non prevedono spese di apertura e gestione, ma sul capitale si applicherà l’imposta di bollo, oltre alle tasse sui rendimenti ottenuti. Nel caso dei PAC sono previste commissioni di operatività e, in alcuni casi, un costo di gestione. Infine, un piano di accumulo, in quanto forma di investimento, sarà soggetto a tassazione.

Leggi la nostra classifica sui conti deposito ad alto rendimento

Piano di accumulo e dichiarazione dei redditi

Dichiarazione dei redditi e piano di accumulo

Le tasse su un PAC sono equiparate a quelle per il trading online su altri asset come azioni, ETF e crypto. Dovrai versare un’aliquota del 26% sui rendimenti ottenuti annualmente.  

Questa operazione può avvenire in due modi:

  1. regime amministrato;
  2. regime dichiarativo.

Il regime amministrato si applica per gli intermediari costituti sotto forma di SIM, le banche e i broker con sede in Italia e che svolgono la funzione di sostituto d’imposta. L’aliquota tassativa verrà prelevata direttamente sul capital gain: otterrai così un valore del rendimento netto.

Invece, con il regime dichiarativo dovrai essere tu a inserire i guadagni ottenuti dagli investimenti all’interno del quadro RW della dichiarazione dei redditi. Quasi sempre questa forma di regime si applica per i PAC che sono rilasciati da intermediari che hanno sede all’estero.

Ti potrebbe interessare la nostra guida sulla tassazione nel trading

Quanto si guadagna con un PAC?

Il guadagno di un PAC è strettamente connesso a diversi fattori:

  • importo del capitale inziale;
  • valore del versamento mensile;
  • tipologia di rendimento dell’asset.

In particolare, i rendimenti di un piano di accumulo vengono definiti composti. Questo termine identifica il meccanismo in base al quale il capital gain viene calcolato in questo modo:

  • capitale iniziale + capitale versato + rendimento

Quindi, il rendimento crescerà nel tempo, venendo calcolato sia sul capitale iniziale, sia sulla somma totale che si viene a concretizzare giorno per giorno, con l’aggiunta dei nuovi versamenti e dei rendimenti. Da ciò deriva il termine composto.

Piano di accumuloInvestimento minimoStrumenti finanziari presenti
Scalable CapitalA partire da 1€ETF, azioni, fondi di investimento
DEGIROPersonalizzatoazioni, ETF, obbligazioni, fondi
Trade RepublicA partire da 1€ETF, criptovalute, Azioni
ING TradingA partire da 20€ a settimanaETF, fondi, obbligazioni
Fineco BankA scelta del clienteETF e fondi comuni
Tinaba2.000€ iniziali/ 50€ al meseETF
Moneyfarm5.000€ iniziali/100€ al meseETF, fondi di investimento, obbligazioni, azioni

Migliori PAC 2024: domande frequenti

Quando conviene disinvestire in un PAC?

Puoi disinvestire le quote di un PAC se il rendimento è positivo, per esempio con un valore superiore al 10% o in caso di rendimento negativo. Tuttavia, devi considerare eventuali penalità presenti.

Dove acquistare i migliori PAC 2024?

Per aprire un piano di accumulo puoi utilizzare una banca di investimento, oppure un broker che prevedano questo strumento per il risparmio.

Altri articoli sull'argomento Classifiche e Piani di accumulo

Paolo Serafini

Trader, esperto di borse e forex

Trader, esperto di borse e forex con un passato da consulente finanziario. Collabora con FinanzaDigitale, scrive libri e investe sui mercati mondiali.

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche: