Yield Farming DeFi: cos’è, quanto si guadagna e migliori crypto

Lo Yield Farming DeFi è una soluzione innovativa per guadagnare in modo passivo disponendo di un certo numero di criptovalute. Ti interessa? Leggi la nostra guida

Se ti domandi se è possibile guadagnare nel mondo delle crypto senza investire, la risposta è lo yield farming DeFi. Un sistema che rispecchia la continua evoluzione del movimento DeFi, ovvero la finanza decentralizza, attraverso cui ti basterà un wallet e il possesso di un certo numero di criptovalute per ottenere un ritorno economico.

Infatti, grazie all’impiego degli smart contract, potrai prestare i tuoi fondi ad altri utenti e ottenere delle commissioni sotto forma di altre crypto, con la possibilità di rinvestirle o tramutarle in denaro.

Una procedura accessibile a tutti, ma che prevede anche l’applicazione di strategie, come scegliere la migliore blockchain di yield farming e le crypto con più alto rendimento. Scopri come fare e quanto si guadagna leggendo il nostro articolo.


Cos’è lo yield farming DeFi

Finanza decentralizzata e yield farming

Tradotto letteralmente il termine yield farming DeFi vuol dire raccolto agricolo decentralizzato. Cos’è esattamente? Se disponi di un certo numero di criptovalute, potrai bloccarle nel tuo portafoglio digitale ricevendo una serie di ricompense. Questo sistema si innesta con cui potrai ottenere valute digitali senza dover operare direttamente sul mercato, come lo staking oppure il mining Bitcoin.

Un sistema innovativo che ha contribuito alla diffusione delle attività DeFi, creando un’alternativa al sistema dei prestiti e ai rendimenti bancari tradizionali. Lo yield farming si basa su due elementi:

  1. liquidity provider (LP), conosciuti anche come fornitori di liquidità;
  2. liquidity pool.

Il primo termine identifica chi è in possesso di un certo numero di criptovalute e le mette a disposizione per ottenere un rendimento. Invece, le pool di liquidità sono degli smart contract, ovvero un codice di un programma che permette in modo automatizzato di chiudere una transazione tra due o più parti. In questo caso lo smart contract renderà possibili le diverse attività previste dallo yield framing DeFi.

Leggi anche la nostra guida sugli smart contract.

Perché dedicarsi allo yield farming

Perché scegliere lo yield farming

La finanza decentralizzata è per alcuni il trend del momento, mentre per altri è considerata la nuova evoluzione del mondo delle criptovalute. In questo contesto si è sviluppato il forte interesse per lo yield farming DeFi. In particolare, l’attenzione degli investitori è nata in contemporanea al lancio del token COMP, collegato alla piattaforma Compound Finance, con la possibilità di avere dei diritti di governance per chi li possiede.

Cosa significa ciò? Se disponi di questa tipologia di crypto, potrai influenzare la governance di una piattaforma, ad esempio votando delle proposte, un particolare investimento, un’acquisizione o gli interessi da applicare a un prestito o una transazione. Anche se il sistema Compound non ha inventato il farming delle crypto, comunque ha dato l’idea ad altre piattaforme di utilizzarlo e di ampliare le applicazioni.

Oggi, attraverso lo yield farming DeFi, potrai:

  • ottenere commissioni sulle transazioni;
  • avere interessi sui prestiti;
  • ricevere ricompense in token di governance.

Come funziona lo yield farming DeFi

Come funziona lo yield farming

Il funzionamento dello yield farming si basa su un modello chiamato automated market maker, conosciuto anche con la sigla AMM, e che coinvolge i liquidity provider e le liquidity pool. Infatti, come fornitore di liquidità, depositerai un certo numero di fondi all’interno di una pool di liquidità creata in una piattaforma specializza nel farming DeFi.

Questo sito svolge la funzione di marketplace, ovvero un sistema che mette in contatto in maniera diretta (peer to peer) chi dispone di un certo quantitativo di crypto e chi ha bisogno di ottenere un prestito, un numero maggiore di valute digitali oppure effettuare una vendita o l’acquisto di criptovalute.

Ogni operazione effettuata nella liquidity pool genera commissioni che verranno distribuite ai liquidity provider creando un guadagno. Devi però considerare che il sistema yield farming prevede diverse sfaccettature, che ti permetteranno di avere un rendimento o di ottenere nuove crypto.

Ricapitolando, ecco quali sono le principali attività che si collegano al farming DeFi:

  • staking: bloccherai una certa quantità di monete digitali che verranno utilizzate per generare nuove criptovalute e velocizzare la scalabilità della blockchain;
  • prestiti: potrai prestare o ricevere denaro utilizzando le crypto come collaterali, ovvero come sistema di garanzia;
  • depositi: potrai depositare crypto sulle piattaforme e ottenere rendimenti costanti come nei migliori conti deposito;
  • liquidity mining: potrai fornire crypto alle liquidity pool ottenendo delle commissioni.

Quali sono le migliori yield farming crypto?

Crypto per il yield farming

Il sistema dello yield farming gira intorno all’utilizzo delle criptovalute da parte delle piattaforme. Per questo vengono utilizzati dei token che permettono di offrire una certa stabilità e, soprattutto, di essere flessibili.

Ecco quelle più impiegate:

  • stablecoin;
  • token ERC-20.

Le stablecoin sono criptovalute ancorate a un bene reale, come il dollaro o l’oro. Ciò le rende degli strumenti ibridi in cui si combinano le caratteristiche di decentralizzazione delle valute digitali, ma ne si limita la volatilità, offrendo delle garanzie sul loro valore.

Tra quelle più impiegate vi sono:

  • DAI;
  • USDT (Tether);
  • Binance USD;
  • USDC.

I token ERC-20 sono quelli che si appoggiano alla blockchain Ethereum. Questo protocollo permette di semplificare il loro impiego per le attività di finanza decentralizzata e di utilizzare un wallet ETH. Ne sono esempi Chainlink (Link), Shiba Inu, Uniswap, ApeCoin, Cronos, The Sandbox, The Graph, per citare quelle a più alta capitalizzazione.


Quanto si guadagna con il farming DeFi?

Guadagno e farming yield

Utilizzando lo yield farming potrai ottenere dei rendimenti e delle commissioni sul numero di criptovalute che inserirai all’interno della liquidity pool.

Il calcolo viene effettuato in base a due parametri:

  1. APR (tasso percentuale anno);
  2. APY (resa percentuale annua).

Con il primo termine si vanno a considerare i profitti ottenuti dall’investimento delle crypto, mentre l’APY va a inserire anche il calcolo di un reinvestimento delle percentuali collegate alle rendite generate dallo yield farming.

Potrai ottenere un guadagno dallo 0,80€ a oltre il 75%. Il range è ampio, dato che sono diversi i fattori che andranno a contribuire alla definizione dei tuoi introiti, come il numero di criptovalute, la tipologia, il tempo in cui applichi lo yield farming DeFi e la finalità per cui verranno impiegate.

Inoltre, dovrai considerare che le percentuali indicate sono solo delle stime. A questo si deve aggiungere che il mercato dello yield farming è una realtà altamente competitiva e soprattutto in continua evoluzione.

Infine, per valutare i tuoi rendimenti, dovrai prendere in considerazione:

  • il TVL (Total Value Locked);
  • le garanzie sulle criptovalute (collateralizzazione).

Cos’è il  TVL (Total Value Locked)?

L’acronimo TVL indica il valore totale bloccato, un parametro utilizzato dal liquidity provider per valutare il probabile guadagno dello yield farming. Infatti, questo valore misura quante criptovalute vengono bloccate in prestiti o in altre forme di sistemi DeFi. Saprai così qual è l’esposizione finanziaria della piattaforma.

È un indice che rispecchia la salute economica del sito. Più alto è questo valore e più grandi saranno le pool di liquidità utilizzate. In questo modo potrai avere un margine elevato per investire le criptovalute in modo passivo. Il calcolo quasi sempre viene fatto in Ethereum, in USD e, in altri casi, in Bitcoin.

Collateralizzazione e yield farming

L’altro parametro da considerare, quando effettui un investimento nello yield farming DeFi, è quello della collateralizzazione delle crypto. Questo termine identifica una garanzia che verrà fornita al liquidity provider sul prestito.

Equivale a una somma di criptovalute che dovrai bloccare sulla piattaforma come forma di assicurazione per lo smart contract. Per esempio, se è presente una collateralizzazione pari al 200%, ciò significa che per ogni 100 DAI, potrai prendere in prestito solo 50 DAI, ovvero la metà. Ovviamente ogni piattaforma richiede forme di garanzie diverse.


Quali sono le migliori piattaforme di yield farming

PiattaformaTVLRendimento APY
1. Binance10 miliardi di $3,90%
2. Compound2,80 miliardi di $0,71%
3. Curve4,66 miliardi $1,76%
4. Sushi1,89 miliardi $3,86%
5. Uniswap5,66 miliardi $7,25%
6. Aave8,155 miliardi $8,99%

Come guadagnare con lo Yield farming? Il primo passo è quello di disporre di un certo numero di criptovalute. Inoltre, dovrai registrarti a una piattaforma che ti permetta di diventare un liquidity provider ed avere accesso a una liquidity pool.

Grazie alla diffusione dei sistemi DeFi, sono diversi i siti che ti offrono questa opportunità. Nella tabella abbiamo inserito le piattaforme che dispongono di un TVL elevato e di rendimenti interessanti. Vediamo singolarmente alcune delle loro caratteristiche.

1. Yield farming DeFi con Binance

Cos'è Binance Coin

Il sito Binance è tra i più grandi exchange, con una capitalizzazione odierna di oltre 19 miliardi. Un sistema di recente formazione, nato nel 2017, ma che ha dimostrato di avere delle basi solide e di offrire strumenti adatti a investire sulle criptovalute. Con Binance le opportunità sono davvero tante per operare sulle crypto.

Ecco quali sono i servizi di cui disporrai:

  • compravendita crypto con l’exchange;
  • trading crypto;
  • acquisto del token Binance Coin;
  • comprare NFT;
  • accesso al sistema yield farming DeFi.

Per entrare nel mondo di Binance ti basterà creare un account, un’operazione che richiede pochi minuti e che potrai approfondire leggendo la nostra recensione su Binance.

Una volta verificato il tuo conto, dovrai spostare le criptovalute nel wallet Binance e scegliere le diverse opzioni previste nel sistema yield farming DeFi. Perché scegliere questa piattaforma? Dispone di un Total Value Locked tra i più alti, pari a 10 miliardi di dollari, e una media di rendimenti del 3,9%.

2. Compound Finance

logo-Compund sito

La piattaforma Compound è stata tra le prime a porre attenzione alle opportunità del mondo DeFi e del sistema yield farming. Si basa su un protocollo open source sviluppato sulla blockchain di Ethereum.

Il fine di questo sito è quello di permettere gli scambi monetari in maniera decentralizzata e sicura, attraverso diverse liquidity pool. L’adesione da parte degli investitori è stata alta, raggiungendo in poco tempo un TVL di oltre 2 miliardi di dollari. Per quanto riguarda i rendimenti, questi variano in base alla scelta delle pool e delle crypto, da un minimo di 0,25% a un massimo dello 0,75%.

3. Curve

logo curve 2

Curve Finance è un ecosistema recente, nato nel 2020, e che ha ottenuto subito un certo riscontro tra gli investitori, grazie alle sue caratteristiche. Infatti, la piattaforma si sviluppa come un exchange di liquidity pool, basata sulla rete di Ethereum.

La sua particolarità è quella di essere un sistema DAO, acronimo per identificare un sito che non presenta un’organizzazione di controllo centrale. Ciò significa che la governance viene effettuata attraverso votazioni da parte degli utenti che posseggono una certa quantità di token CRV (Curve), interno alla piattaforma.

In questo modo verranno stabiliti i parametri delle singole pool, le commissioni e la tipologia di investimenti. Potrai ottenere il token CRV acquistandolo direttamente, oppure impiegando lo yield farming e quindi ricevendolo come ricompensa.

Leggi la nostra recensione su come comprare Curve.

4. Yield farming DeFi con Sushi

SushiSwap (SUSHI) Logo

Tra gli exchange che hanno contribuito allo sviluppo del sistema DeFi, puoi considerare anche la piattaforma Sushiswap. L’idea nasce nel 2020, ad opera di un fondatore che è rimasto anonimo ed è conosciuto come Chef Nomi.

Il presupposto era quello di creare una piattaforma attraverso cui semplificare gli scambi delle criptovalute impiegando gli smart contract e senza intermediari.

Per questo l’exchange si basa sul sistema AMM, ovvero la presenza di pool di liquidità che vengono utilizzate per:

  • prestiti;
  • scambi di valute digitali;
  • chiusure di contratti;
  • generazione di commissioni.

Perché è considerata tra le piattaforme da utilizzare nello yield farming? In primo luogo, si dimostra essere un sistema sicuro e che ha ottenuto un certo risconto da parte degli investitori. Basta considerare che il sito rientra tra i 10 migliori exchange con più alta capitalizzazione. Inoltre, ha un TVL di circa 4 miliardi e una rendita media degli investimenti di circa 3,86%.

Leggi la nostra recessione su Sushiswap.

5. Uniswap

Logo Uniswap

La piattaforma Uniswap, con una media di 3 milioni di dollari al giorno di commissioni, si colloca al terzo posto della classifica dei siti specializzati nel sistema di scambio decentralizzato. Oggi i capitali investiti nel sistema yield farming sono oltre 5,66 miliardi. Nata nel 2018 dall’idea di Vitalik Buterin, colui che è stato tra i creatori di Ethereum, è sviluppata come un vero e proprio ecosistema che si basa sulla blockchain ETH.

Disporrai di un exchange attraverso cui potrai operare sulle criptovalute con commissioni basse e con un’elevata scalabilità. Inoltre, potrai dedicarti al farming DeFi, grazie alla presenza delle liquidity pool. Il sito ti offre numerose garanzie, con una collateralizzazione sui prestiti e sugli investimenti. Inoltre, avrai accesso a un rendimento elevato, che si aggira molto al di sopra della media, pari a circa il 7%.

6. Aave

Logo aave-2

Chiudiamo la nostra classifica delle piattaforme più popolari di yield farming con l’ecosistema Aave. Questo sito oggi si colloca al secondo posto tra le realtà che permettono scambi monetari, offrendo un valido supporto per lo sviluppo dei progetti DeFi. Basta considerare che il valore degli investimenti ha raggiunto quota 8 miliardi, poco sotto al valore di Binance.

Inoltre, il token ha raggiunto la quotazione odierna di circa 90€, con una capitalizzazione di 1,5 miliardi di euro. Una valida opportunità, dato che se disponi di un certo quantitativo di criptovalute potrai ottenere dei rendimenti anche fino al 9%. Se vuoi conoscere come fare ad acquistare il token Aave e aderire al sistema di farming DeFi, leggi la nostra guida su Aave.

Conviene investire nel farming DeFi?

Conviene investire nel yield farming?

Per rispondere a questa domanda devi considerare quali sono i rischi e i vantaggi di utilizzare lo yield farming DeFi. In particolare, il settore è ancora in fase di sviluppo, anche se sono sempre di più i capitali impiegati ogni anno. Inoltre, utilizzando le criptovalute, dovrai fare attenzione alla volatilità.

Questa sarà più bassa se utilizzi come deposito le stablecoin, ma in contropartita otterrai meno rendimenti. Invece, riceverai delle percentuali più elevate con le criptovalute ERC-20, anche se il rischio di vedere il tuo capitale ridotto è più elevato. Altro aspetto da considerare sono gli attacchi degli hacker. Infatti, le piattaforme possono essere soggette a sottrazioni di valute digitali, anche se queste sono molto rare grazie alle innovazioni tecnologiche.

Infine, dovrai valutare anche eventuali errori nei protocolli degli smart contract, un qualcosa di poco frequente, ma che possono portare comunque a un temporaneo malfunzionamento del sistema.

Andiamo ora ad analizzare i vantaggi del sistema yield farming DeFi. In primo luogo, devi considerare la possibilità di ottenere prestiti, effettuare scambi con commissioni competitive e in maniera decentralizzata. Altro aspetto sono le possibilità di accesso.

In linea di massima, chiunque disponga di una certa quantità di valute digitali potrà procedere con il farming DeFi. Se questo è vero, devi però valutare che, per ottenere un certo rendimento, dovrai disporre di un numero elevato di monete digitali.

Per questo, i più grandi liquidity provider vengono anche definiti con il termine di whales (balene). L’ultimo vantaggio di questo sistema sono i rendimenti. In linea di massima, se li confronti con altre forme di investimento nelle crypto, la media è al di sopra della norma.

Yield farming DeFi: domande frequenti

Come posso fare yield farming DeFi?

Per fare yield farming DeFi dovrai utilizzare una delle piattaforme sicure e affidabili, come quelle indicate nel nostro articolo.

Quanto si guadagna con lo yield farming DeFi?

In linea di massima, con lo yield farming DeFi potrai ottenere un rendimento che varia dallo 0,25% all’8% annuo.

Quali crypto comprare per investire nello yield farming DeFi?

Nello yield farming vengono utilizzate principalmente le stablecoin e i token ERC-20 basati sulla blockchain di Ethereum.

Achille Bellelli

Imprenditore tech e investitore indipendente, esperto in criptovalute e strumenti di trading speculativo. Scrive per FinanzaDigitale e altri magazine economici.

Lascia un commento