Conti > Plafond Carta

Plafond carta: cos’è, come funziona, le carte con limiti più alti

Cosa significa plafond carta? Perché è utile conoscerlo? Cosa succede quando si azzera? Scopri quali sono i limiti di pagamento e di prelievo e la classifica delle carte con il tetto di spesa più alto.

+ Perché fidarti di Finanza Digitale
×

In Finanza Digitale, ci impegniamo per offrirti analisi finanziarie imparziali e affidabili. Pur ricevendo compensi attraverso affiliazioni, la nostra integrità editoriale rimane il nostro pilastro: le nostre classifiche e recensioni sono frutto di rigorose analisi e indipendenza. La tua fiducia è la nostra missione.

Aggiornato il:

Tempo lettura:
13 min
+ Fidati di Noi
×

In Finanza Digitale, ci impegniamo per offrirti analisi finanziarie imparziali e affidabili. Pur ricevendo compensi attraverso affiliazioni, la nostra integrità editoriale rimane il nostro pilastro: le nostre classifiche e recensioni sono frutto di rigorose analisi e indipendenza. La tua fiducia è la nostra missione.

Aggiornato il:

Tempo lettura:
13 min
Plafond carda 1

Secondo un report del sistema CRIF (Centrale Rischi Finanziari), in Italia sono presenti circa 16 milioni di carte di credito e poco più di 70 milioni tra le versioni di debito e quelle prepagate.

Se da un lato ogni tessera di pagamento si differenzia per specifiche caratteristiche, dall’altro è presente un elemento comune: il plafond della carta. Un termine utilizzato per identificare la capacità di spesa di uno strumento di pagamento sia dal punto di vista delle operazioni giornaliere, sia per quelle mensili o annuali.

Conoscere questa informazione diventa essenziale per scegliere la carta di pagamento più adatta alle tue esigenze personali o per la tua attività imprenditoriale e professionale. Scopri di seguito cosa si intende per plafond, come funziona e quali sono le migliori carte online con il limite di spesa più alto.

Plafond carta: cos’è

Cos'è il plafond carta

La parola plafond deriva dal francese: il suo significato letterale è soffitto. Il termine indica il limite di spesa massima stabilito dalla banca o da un istituto di moneta elettronico nel momento in cui ti ha rilasciato la carta.

L’importo a cui avrai accesso viene indicato all’interno delle specifiche contrattuali, presenti nei fogli informativi scaricabili online o inviati al momento della sottoscrizione del contratto. Sin da subito è utile precisare che plafond è un termine generico che si riferisce a tutte le tipologie di carte di pagamento, non solo alle carte di credito.

Per questo devi distinguere tra i plafond di:

  • carta di credito;
  • carta di debito;
  • prepagate.

Il plafond della carta di credito è una somma di denaro corrispondente al fido concesso dalla banca. In pratica, permette di effettuare acquisti e prelievi, anche se, in quel momento, non si ha sul conto corrente la somma necessaria per effettuarli. L’importo speso sarà addebitato sul conto solo entro i primi giorni del mese successivo.

Invece, il plafond delle carte di debito è stabilito in base alla tipologia di conto che andrai a sottoscrivere. Nelle carte prepagate, in linea di massima potrai spendere l’intero importo presente a saldo, salvo eventuali limiti giornalieri o mensili per determinate operazioni.

Come funziona il plafond carta di credito

Come funziona il plafond

Il plafond, quindi il tetto massimo di spesa di una carta di pagamento, corrisponde a una somma di denaro che puoi utilizzare in un mese.

Prendiamo l’esempio di una carta di credito con un plafond da 1.500€. Questa cifra corrisponde proprio alla somma massima che si potrà spendere in mese utilizzando la carta.

Tuttavia, l’impiego del denaro potrà essere soggetto a limiti di diversa natura, ovvero:

  • operativa;
  • temporale;
  • per tipologia di carta.

Limite operativo plafond carta

I plafond di una carta di credito sono quasi sempre di due tipologie:

  1. plafond di spesa;
  2. importo di prelievo.

Nel primo caso si considera la somma massima che potrai utilizzare per effettuare i pagamenti online o presso i POS degli esercenti. Invece, l’importo di prelievo è quello che puoi impiegare per prelevare contanti presso gli sportelli ATM. Quasi sempre quest’ultimo è più limitato rispetto a quello degli acquisti.

Limite temporale plafond carta

L’altro aspetto da considerare sono i limiti di plafond carta dal punto di vista temporale. Potrai effettuare solo un certo numero di operazioni nell’arco della giornata, del mese o nell’anno.

Limite plafond per tipologia di carta

Ogni tipologia di carta prevede un plafond diverso. Per esempio, nelle carte di credito tradizionali sono presenti limiti minori rispetto alle carte revolving, ovvero quelle che prevedono il pagamento a rate.

Nel caso delle carte di debito e prepagate, il plafond è strettamente connesso alla tipologia di abbonamento sottoscritto. Le tessere di pagamento per minori, invece, avranno sempre un limite di spesa più elevato. Infine, quelle che hanno di media un plafond maggiore sono le carte aziendali.

Ti potrebbe interessare anche la nostra guida sui migliori conti correnti per minori

Plafond carta: come si aumenta

Come aumentare il plafond carta

È possibile aumentare il plafond di una carta? Una domanda che spesso ci si pone, dato che le esigenze personali possono variare anno dopo anno. In linea di massima la risposta è affermativa.

Con una carta di debito, potrai modificare il plafond di spesa solo nel caso in cui siano presenti altre tipologie di conti. Potrai quindi scegliere di attivare quello che prevede un tetto di spesa più alto.

Tuttavia, devi considerare che i conti che ti permettono di avere un plafond più ampio prevedono anche dei costi di gestione fissi maggiori. Lo stesso vale per le carte prepagate: plafond più alto significa più costi.

Per le carte di credito, il discorso è diverso. Infatti, avrai accesso a un fido bancario, il quale potrà essere modificato solo su richiesta all’emittente della carta o alla banca di riferimento. La procedura prevede una verifica della tua giacenza media e della tua cronistoria bancaria.

Come verificare i limiti di spesa

Verifica dei limiti di spesa

Il connubio tra tecnologia e finanza ha semplificato anche la gestione delle carte di pagamento sia per quanto riguarda la verifica dei movimenti, sia per ciò che concerne il controllo del plafond.

Oggi hai due opportunità per verificare il plafond delle tue carte di pagamento:

  • tramite app mobile;
  • utilizzando l’home banking.

Nel primo caso, la maggior parte delle carte di credito e prepagate ti danno accesso ad applicazioni dedicate disponibili sia per i sistemi iOS, sia per quelli Android. Per usarle, ti basterà inserire la username e la password, scelte al momento della richiesta della carta, e verificare la tua identità attraverso il codice OTP ricevuto.

Ogni app ha le proprie caratteristiche. Tuttavia, quasi tutte ti permettono subito di vedere quali siano i limiti di spesa che hai raggiunto – quasi sempre sono presenti all’interno della sezione Impostazioni > limiti prelievo e pagamento. Alcune tipologie di carte ti permettono anche di modificare questo importo riducendo o aumentando i limiti per gli acquisti online e per i prelievi.

L’altro sistema per verificare il plafond della tua carta è quello di accedere alla home banking del tuo conto. A questo punto, ti basterà selezionare la carta di debito o prepagata collegata e, quasi sempre, avrai accesso al plafond di spesa con i limiti previsti e il totale di acquisti o prelievi effettuati.

Cosa succede se si supera il plafond carta?

Ogni qual volta utilizzi una carta, il plafond di spesa giornaliero e mensile viene ridotto. Sarà ripristinato, ogni 24 ore e il 1° del mese successivo. Ciò vuol dire che quando raggiungi il limite di spesa previsto, per quel giorno o nell’arco del mese, non potrai più operare con la tessera di pagamento.

Cosa succede? Se la utilizzi per una transazione questa ti verrà rifiutata. Grazie a questo sistema avrai la sicurezza di non superare mai il plafond di spesa e quindi di trovarti con un conto in rosso.

Classifica carte con plafond più alto

BancaTipologia di cartaPlafond di prelievoPlafond di spesaCosto carta
1. Fineco CardCarta di credito250€ al giorno3.000€19,95€ all’anno
2. Hype PremiumCarta di debito500€ giornaliere e 10.000€ mensili50.000€9,90€ al mese
3. TinabaCarta prepagata250€ al giorno15.000€ mensiliGratuita
4. Mediolanum CardCarta di credito500€ mensili3.000€40€ all’anno
5. American Express PlatinoCarta di credito500€ in 8 giorniDa 1.500€ a 5.000€60€ mensili
6. Carta N26 MetalCarta di debito2.500€ settimanaliIllimitati16,90€ mensili
7. Qonto Carta XCarta di debito aziendale3.000€ mensili200.000€20€ al mese
8. Carta UniCredit FlexiaCarta di credito500€5.000€42€ all’anno
9. Carta Postepay EvolutionCarta prepagata250€ al giorno10.000€ mensili e 3.500€ giornalieri15€ all’anno
10. Carta di credito Intesa Sanpaolo ClassicCarta di credito800€ al mese3.000€5€ al mese

Avere accesso a una carta con un plafond elevato può essere molto utile al fine di gestire al meglio le proprie spese settimanali e mensili. Tuttavia, quasi sempre, limiti di spesa comportano anche costi maggiori dal punto di vista del canone.

Oggi, grazie alla digitalizzazione e allo sviluppo dei conti online, sono presenti diverse tipologie di carte di credito, di debito e prepagate che ti offrono ampia libertà di spesa e di prelievi. Ecco la nostra classifica delle carta di pagamento con plafond più alto.

1. Fineco Credit Card

Fineco credit card

Iniziamo la nostra classifica delle carte con un plafond più alto con Fineco Bank, conosciuta per essere tra le prime banche retail con la possibilità di operare sul web, sin dal 1996.

Oggi hai l’opportunità di aprire un conto online da cui avrai accesso a un serie di servizi e di strumenti molto utili alla gestione familiare. La Fineco Card è una carta appartenente ai circuiti VISA e MasterCard.

Potrai ottenerla pagando un costo annuale di 19,95€ e un plafond di base che parte da 1.600€ e che può essere esteso fino a un massimo di 3.000€, con una capacità di prelievo di 250€ al giorno.

La particolarità di questa tessera di pagamento è quella di essere presente in una doppia versione:

  • mono funzione: solo come carta di credito;
  • multifunzione: utilizzabile come bancomat e carta di credito.

Leggi la nostra recensione su Fineco Bank

2. Hype Premium

Carta Hype Premium

È la versione esclusiva del conto Hype con un costo mensile di 9,90€, ma con un plafond di spesa tra i più alti. Infatti, il conto Hype Premium è collegato a una carta di debito MasterCard che puoi utilizzare per effettuare acquisti e prelievi in piena libertà.

L’importo massimo per le operazioni mensili online e sui POS è pari a 50.000€, mentre potrai prelevare fino a 500€ al giorno in una sola operazione per una somma complessiva mensile di 10.000€. 

Con questo piano otterrai tutti i vantaggi del sistema Hype, in cui si combinano le operazioni di una banca tradizionale, con le funzionalità fintech legate al risparmio, agli investimenti e ai finanziamenti. Infine, avrai accesso a una serie di opzioni come assicurazione viaggi e polizza sugli acquisti.

3. Plafond carta più alto: Tinaba

Carta Tinaba

Il conto Tinaba è un prodotto nato da Banca Profilo, un istituto di credito presente nella classifica delle 10 banche più sicure in Italia. La particolarità di Tinaba è quella di essere un conto bancario a costo zero a cui non è collegata una tessera di debito, ma una carta prepagata.

Potrai ricaricarla direttamente dal tuo conto in tempo reale, con il vantaggio di avere massima libertà di spesa, ma anche elevata sicurezza per i tuoi acquisti online e presso i POS degli esercenti.  

La carta ha un plafond di spesa pari all’importo complessivo della carta: 15.000€. Inoltre, puoi prelevare fino a 250€ al giorno, con un limite massimo mensile equivalente al saldo presente su di essa.

Leggi la nostra recensione su Tinaba

4. Mediolanum Card

Mediolanum credit card

Banca Mediolanum rientra tra quegli istituti di credito sicuri e fondati sull’innovazione. Nasce come banca online permettendo tutta l’operatività attraverso il web.

Con Mediolanum puoi investire, fare trading online e accedere a un conto corrente, come SelfyConto, con una carta di debito e una versione di credito: la Mediolanum Card.

Potrai ottenerla gratuitamente al momento dell’apertura del conto, oppure versando un importo annuale di 40€ se la richiedi successivamente. Il plafond di spesa va da un minimo di 1.300€ a un massimo di 3.000€, con un prelievo mensile di 500€. La particolarità della carta Mediolanum? Prevede la possibilità di trasformarla in una versione revolving grazie al sistema Easy Shop.

5. American Express Platino

Carta American Express Platino

Con American Express hai la possibilità di possedere una carta di credito affidabile e con ampi limiti di plafond da collegare al tuo conto corrente.

In particolare, tra le diverse versioni disponibili quella che prevede un plafond elevato è la versione American Express Platino.

Potrai accedere a un limite di spesa mensile che va da un minimo di 1.500€ a un massimo di 5.000€ valutato in base alla tua capacità reddituale. La tessera prevede un costo di 60€ mensili e potrai prelevare negli 8 giorni un massimo di 500€. Per richiederla, dovrai dimostrare di possedere un reddito pari o superiore ai 45.000€.

Leggi la nostra recensione sulle carte American Express

6. Plafond carta più alto: N26 Metal

Carta N26 Metal

Una banca che ha cambiato radicalmente il modo di gestire il tuo conto corrente e le spese direttamente dal tuo smartphone: stiamo parlando di N26 Bank, oggi presente in Italia con più di 7 milioni di clienti.

Avrai accesso a diverse tipologie di conti, privati e business, tutti con un rapporto prezzo-servizi davvero interessante. Ad ognuno di essi è collegata una carta di debito MasterCard.

Suggeriamo, in particolare, N26 Metal, carta che ti permette di operare con la massima libertà, al costo mensile di 16,90€.

Ecco quali sono i limiti di plafond:

  • spesa: illimitato;
  • prelievo: fino a 2.500€ a settimana e 10.000€ al mese.

7. Qonto carta X

Qonto Carta X

Tra le migliori carte aziendali troviamo la Qonto Carta X. Qonto è una piattaforma con cui avrai accesso a un conto corrente con IBAN italiano e diverse tipologie di carte di debito che potrai personalizzare e collegare ai diversi sottoconti.

Potrai in questo modo gestire in maniera semplice, digitale e senza errori la tua contabilità aziendale. La versione Qonto Carta X è quella che prevede il plafond di spesa più alto, con un importo massimo mensile di 200.000€, e con prelievi pari a 3.000€ al giorno.

Se vuoi conoscere tutti i vantaggi di questo strumento aziendale, ti rimandiamo alla nostra recensione completa su Qonto.

8. Carta UniCredit Flexia

Carta Unicredit Flexia

UniCredit è tra le banche più sicure e tra le prime 5 in Italia per il numero di sportelli sul territorio, contendendosi la classifica con BPER Banca, MPS e Intesa Sanpaolo.

Un Gruppo solido, che ha posto il suo successo nella capacità di evolversi, sempre al passo con l’innovazione tecnologica sugli strumenti finanziari. Infatti, oltre a una varietà di conti correnti adatti a giovani, famiglie, pensionati e imprese, avrai la possibilità di richiedere una carta di credito con ampi limiti di spesa.

Il nome è UniCredit Flexia, una versione ibrida, dato che potrai:

  • utilizzarla come carta di credito tradizionale, con addebito della spesa entro il 10 del mese successivo;
  • valutare l’opzione revolving con un pagamento in 3-6-12 rate mensili.

Il plafond è pari a 5.000€, con un costo annuale di 42€.

9. Plafond Carta Postepay Evolution

Plafond carta Postepay Evolution

La Postepay Evolution è un prodotto di Poste italiane, una carta prepagata che ha ottenuto un certo successo, diventando tra quelle più utilizzate in Italia.

Infatti, avrai accesso a una carta con IBAN italiano, in cui si combinano tutte le funzionalità di un conto bancario, con quelle di una carta di debito appartenente al circuito MasterCard. 

Il limite di plafond della Postepay Evolution può essere di massimo 30.000€ con una spesa giornaliera di 3.500€ e un tetto massimo mensile di 10.000€. Per ciò che riguarda il prelievo, puoi effettuare operazioni nelle 24 ore, fino a 250€, e con un massimo di 2.500€ mensili. Prevede un canone annuo di 15€.

10. Credit Card Classic Intesa Sanpaolo

Plafond carta credit Class Intesa Sanpaolo

Per chiudere la classifica delle migliori carte con plafond più alto, andiamo a considerare la versione Classic di Intesa Sanpaolo.

Questo strumento rispecchia la capacità di una delle banche più grandi d’Italia, per numero di sportelli e con oltre 14 milioni di clienti, in cui è presente un perfetto equilibrio tra tradizione e innovazione, grazie a prodotti finanziari affidabili e flessibili.

La carta prevede un costo mensile pari a 5€, con un canone annuo di massimo 60€. Avrai un plafond di spesa di 3.000€, con la possibilità di prelevare fino a 800€ al mese utilizzando l’opzione Anticipo Contante.

Plafond carta: domande frequenti

Cosa significa plafond della carta?

La parola plafond carta identifica il limite di spesa o di prelievo della carta e stabilito dall’emittente al momento del suo rilascio.

Cosa succede se superi il plafond della carta?

Superare il plafond della carta significa non poter utilizzare le carta per pagare o prelevare e dover attendere il periodo successivo il cui lo stesso viene rinnovato.

Quali sono le tessere di pagamento con il plafond carta più alto?

Oggi sono presenti diverse carte con plafond elevato: scopri la classifica completa delle migliori 10 nella nostra guida.

Trader, esperto di borse e forex

Trader, esperto di borse e forex con un passato da consulente finanziario. Collabora con FinanzaDigitale, scrive libri e investe sui mercati mondiali.

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche: